Enterprise

Outsourcing e inhousing: corsi e ricorsi storici

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Nonostante la recessione in corso, Gartner stima che il mercato dei servizi It abbia un andamento più che positivo malgrado la qualità dell’offerta

In occasione dell’evento Outsourcing & It Services Summit 2008 che si terrà a Londra Gartner offre alcune anticipazioni delle ricerce effettuate nel corso degli ultimi mesi e che consentono d fare il punto della situazione. Il mercato dei servizi It, infatti, continua a confermare trend in forte crescita, con i più grossi fornitori, come Google e Microsoft, che hanno registrato risultati decisamente molto positivi, distinguendosi come i driver del settore. Il 55% delle aziende It intervistate ha confermato di aver aumentato i budget dedicati ai servizi terziarizzati mentre solo il 10% del panel ha compresso la spesa.

Secondo gli analisti anche se è vero che il settore Ict ha avvertito il momento economico incerto, le spinte operative e organizzative hanno favorito linee di intervento da cui emerge soprattutto la tensione interna dei Ceo che si ritrovano a dover gestire diverse aree e che sono costretti a fronteggiare un fortissimo aumento della domanda It, soprattutto condizionati dai crescenti fenomeni delle service-oriented architectures (Soa), delle tecnologie Web 2.0 e dei modelli software-as-a-service (SaaS).

A controbilanciare l’outsourcing c’è però una rinnovata vocazione da parte delle aziende a riportare i servizi It in casa. Secondo Gartner si tratta di corsi e ricorsi storici: se oggi il 30% degli intervistati sostiene di stare considerando l’ipotesi di riaccollarsi alcuni servizi oggi esternalizzati, l’anno scorso di questa idea erano solo il 15% del panel mentre tornando all’indagine fatta nel 2001 la quota di revisionisti a favore dell’inhousing era il 32%. In ogni caso è significativo che il 65% del campione abbia segnalato come critica la gestione delle performance da parte dei loro service provider tant’è che il 44% ha dichiarato l’intenzione di voler cambiare fornitore e il 58% sta pensando di rinegoziare il precedente contratto di outsourcing. Le alternative possibili messe sul tavolo? SaaS, business process utility, infrastructure utility, servizi di gestione remotizzata e cloud computing.