Enterprise

Novell partner di Lpi per Linux

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Grazie a questo accordo, da oggi tutti i professionisti Linux che hanno guadagnato lo status di LPIC-1 soddisfano anche i requisiti per la certificazione Novell Certified Linux Administrator (CLA)

Novell e Linux Professional Institute (LPI) hanno siglato una partnership internazionale nella standardizzazione dei programmi di certificazione entry-level per Linux di tipo LPIC-1. Grazie a questo accordo, da oggi tutti i professionisti Linux che hanno guadagnato lo status di LPIC-1 soddisfano anche i requisiti per la certificazione Novell Certified Linux Administrator (CLA).

Come ulteriore integrazione, Novell Training Services ha formalmente accettato di includere gli obiettivi di apprendimento richiesti nell’LPIC-1 nel materiale didattico del corso CLA. Secondo Markus Rex – general manager e vice presidente anziano della Novell Open Platform Solutions: “Come fornitore collaudato di software e servizi d’impresa con esperienza venticinquennale, nonchè fornitore della piattaforma Linux più interoperabile esistente sul mercato, Novell è ben qualificata per offrire un programma di formazione che assicuri ai professionsiti Linux il raggiungimento della certificazione LPIC-1, riconosciuta in tutto il mondo, e permetta loro di gestire data center di tipo diverso attraverso solide competenze tecniche e sicurezza di sè.”

L’adozione di Linux – compreso SUSE Linux Enterprise di Novell – sta crescendo in quanto soluzione economica ma della massima affidabilità e maneggevolezza per l’industria. Un’indagine del 2009 rivela come il 40 per cento di dirigenti del settore IT si affideranno maggiormente a Linux nei prossimi 12-24 mesi e che Linux diventerà la loro piattaforma server principale nei prossimi 5 anni.

Secondo Jim Lacey, presidente e CEO di LPI: “Questa collaborazione rappresenta un forte sostegno al programma di certificazione Linux a disposizione di tutta la comunità Linux e IT. Questo tipo di sostegno storico da fornitori come Novell ha contribuito a far diventare LPI la certificazione Linux più conosciuta al mondo.” “E’ nostra intenzione lavorare con Novell per promuovere ulteriori sviluppi di Linux come volano di forza lavoro nel futuro. In particolare, allineando il curriculum per la formazione e la preparazione dell’esame Novell agli obiettivi LPIC-1, Novell stessa ha riconosciuto il bisogno industriale per un programma di certificazione indipendente che permetta ai professionisti IT di lavorare con qualsiasi distribuzione Linux in un contesto d’impresa.”

In base ai termini dell’accordo, tutti i detentori della qualifica LPIC-1 (ad eccezione del Giappone) avranno l’opportunità di beneficiare della certificazione Novell CLA senza ulteriori esami o costi. I servizi di formazione Novell includeranno gli obiettivi LPIC-1 nel curriculum e programmi di tipo Linux Administrator che prevedono formazione di tipo autodidattico, on demand e con presenza di partner in aula.

Come Master Affiliate per l’Italia del Linux Professional Institute esprimiamo la nostra soddisfazione per il raggiungimento di questo importante accordo: “Siamo lieti di vedere LPI e Novell partner nello sviluppo di corsi con contenuti ed obiettivi allineati al fine di poter offrire una certificazione doppia che garantisca ai nostri utenti un corredo di competenze tecniche molto ampio.” Dichiara Daniele Cirio, di LPI Italia, che conclude: “Questo accordo è un importante passaggio che chiarisce e vuole rafforzare il ruolo di LPI come certificatore vendor independent. Ci auguriamo che lungo questo percorso sia possibile incontrare sempre nuovi partner”.