Enterprise

Nokia: esce Olli-Pekka Kallasvuo, entra Stephen Elop (da Microsoft)

Giornalista. Ha collaborato con TechWeekEurope IT fin dal suo inizio

Follow on: Google +

Nokia trova un nuovo leader. La numero uno mondiale dei cellulari annuncia il nuovo Ceo: Stephen Elop che proviene da Microsoft dove guidava la divisione Business

Cambio della guardia per Nokia, numero uno mondiale dei cellulari in crisi di identità. Esce il finlandese Olli-Pekka Kallasvuo ( che resta nel board di Nokia Siemens) ed entra il canadese Stephen Elop (che arriva dalla Business Division – in sostanza Office – di Microsoft) ed entrerà in carica il prossimo 21 settembre.
La ricerca di un nuovo presidente e Ceo per Nokia era cominciata ufficialmente diversi mesi fa, ma – come ha spiegato lo stesso Elop – i rapporti tra l’ex manager di Microsoft e Nokia datano almeno dall’agosto dello scorso anno quando fu proprio Elop ha negoziare con Nokia un accordo per portare Office Mobile e il software di comunicazione di Microsoft in ambiente Symbian e in particolare sulla linea di smartphone professionali della serie E.

Come ha ricordato lo stesso Elop, il cambio avviene in un momento di importanti cambiamenti nel mondo IT sia per quanto riguarda il settore della mobilità e sia quello , dietro le quinte, del cloud computing: “ Si tratta anche di un momento di nuove opportunità “ per Nokia e il suo intero ecosistema. E così  continua:” Prima ascolterò tutti, dai dipendenti ai partner, poi darò il via ai cambiamenti”.

Per quanto ancora leader mondiale nelle vendite di cellulari con una quote di mercato del 33 per cento, Nokia (130 mila dipendenti ) ha reagito troppo lentamente ai nuovi trend del mercato e in particolare sulle interfacce touch, il regno di Apple. In più da sempre soffre di una cronica debolezza sul mercato nordamericano. Il panorama mondiale di mercato prevede una crescita del 10 per cento quest’anno con Nokia ferma al palo , mentre Nokia Siemens Networks continua a rivelare un declino del fatturato.

Si registrano già i commenti degli analisti. Alcuni ritengono Elop un bravo manager in grado di gestire cambiamenti importanti  ma privo di una reale conoscenza nel mercato di consumo. Altri si spingono sul piano tecnologico fino a consigliare l’abbandono della piattaforma Symbian in favore di Android.

Solo  pochi giorni fa IDC aveva rilasciato le sue previsioni a cinque anni sul mercato smartphone. Ora forse sono tutte da rivedere.

Dì la tua in Blog Café: La missione di Elop: risvegliare Nokia