AcquisizioniEnterprise

Tutti i numeri di Dell (grazie alla SEC)

Giornalista e collaboratore di TechWeekEurope, si occupa professionalmente di IT e nuove tecnologie da oltre vent'anni e ha collaborato con le principali testate italiane di settore

Follow on: Linkedin

Dell ha comunicato alla SEC statunitense alcune informazioni legate all’acquisizione di EMC, tra cui l’andamento della società da quanto è tornata privata

Dalla fine del 2013 circa Dell è tornata a essere un’azienda privata e non deve quindi più pubblicare trimestralmente i risultati di bilancio. Ciò non la esime però dal dare informative finanziarie quando sono previste operazioni importanti che potrebbero influire sul valore delle sue azioni, come è di sicuro l’acquisizione di EMC. E infatti Dell ha presentato un lungo documento alle autorità USA in cui descrive con ricchezza di dettagli (sono oltre trecento pagine) molte informazioni riguardanti l’azienda, EMC, l’acquisizione e le prospettive del post-fusione con l’azienda di Joe Tucci.

Un altro modo di leggere il documento presentato da Dell è capire ciò che non è stato comunicato sinora, ossia l’andamento economico della società al di là delle cifre di vendita pubblicate dagli analisti. Anche solo per mettere Dell meglio in rapporto con i concorrenti, anche se è probabile che la nuova Dell-EMC sarà un’azienda quotata e torneremo ad avere aggiornamenti trimestrali.

La suddivisione del business Dell nei 12 mesi terminati con lo scorso gennaio
La suddivisione del business Dell nei 12 mesi terminati con lo scorso gennaio

Il punto di partenza è rappresentato dall’anno fiscale pro forma contabilizzato alla fine di gennaio 2014, poco dopo la privatizzazione, con 55,6 miliardi di dollari di ricavi e una perdita netta di 3,3. Negli anni successivi i ricavi sono prima saliti a 58,1 miliardi e poi scesi a 54,9, mentre la perdita netta è stata di 1,2 miliardi alla fine di gennaio 2015 e di 1,1 al termine dello scorso gennaio.

Dell ha anche presentato i risultati di questi anni suddivisi per settore di attività, quindi raggruppandoli per la parte PC (Client Solutions), la parte enterprise (Enterprise Solutions Group), il software (Dell Software) e i servizi (Dell Services). Ciò che si nota è come la società sia ancora molto dipendente dalla parte PC: i ricavi dell’anno pro forma sono stati per la Client Solutions di 37,9 miliardi, seguiti da 39,6 e 35,9 negli anni successivi. La divisione tra PC business e consumer è pressoché costante e ogni anno i modelli business fanno 22-24 miliardi rispetto ai 9-10 del segmento consumer (il resto del business client sono prodotti di terze parti rivenduti).

La parte enterprise in confronto pesa meno ma l’andamento è più orientato alla crescita. Nell’anno pro forma l’ESG ha avuto ricavi per 14,4 miliardi e negli anni successivi di 14,7 e di 15. Per la grande maggioranza questo giro d’affari è legato alla vendita di server, mentre lo storage è in progressivo declino: 2,5 miliardi nell’anno pro forma, poi 2,3 e 2,2. L’acquisizione di EMC assume quindi una notevole importanza in questo senso. In coda il business software con 1,3-1,5 miliardi l’anno e quello dei servizi con 2,8-3,0 miliardi.