Enterprise

L’IT al bivio . Le strade per uscire dalla recessione

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Gli analisti cominciano a dichiarare finita la recessione. Forrester rivede la stime al rialzo. E l’Europa è la locomotiva dell ‘Ict?

L’uscita dalla recessione potrebbe dipendere anche da un atteggiamento ottimista da parte degli analisti di mercato , In questo senso ci provano gli analisti di Forrester che hanno rilasciato uno studio ( US and Global IT Market Outlook: Q4 2009) che annuncia come la spesa globale in tecnologia rimbalzerà verso l’alto dopo la caduta dell’8,9% dello scorso anno e l’Europa guiderà la ripresa.

Insomma la recessione , almeno a livello tecnologico, sarebbe finita e la spesa globale in tecnologia IT si appresta di nuovo a crescere con un ritmo superiore all’8% fino a raggiungere 1,600 miliardi di dollari quest’anno. Il mercato Pc crescerà dell’8.2%, mentre l’hardware del settore comunicazioni vedrà un rialzo del 7.6%. Il mercato software registrerà un balzo del 9.7%. Il mercato IT consulting e systems integration saliranno del 6.8%, mentre i servizi di IT consulting cresceranno del 7.1%.

Il tasso di crescita più alto è affidato all’Europa con l’11,2% in funzione della debolezza del dollaro sull’euro. Gli Usa cresceranno invece del 6,6% fino a un valore di 568 miliardi di dollari.
Per l’occasione Forrester ha anche creato un nuova parola d’ordine , Smart Computing , a segnalare il nuovo ciclo di crescita tecnologica. Lungo l’elenco delle tecnologie che riguardano lo Smart Computing: service-oriented architecture, virtualizzazione di server e storage, cloud computing e comunicazione unificata.
La palla spetta ora ai CIO alle prese con una possibile approvazione di budget di spesa allargati .