Enterprise

L’assemblea di Yahoo! il primo agosto

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Il finanziere miliardario Carl Icahn ha già lanciato la guerra delle deleghe e vuole cacciare il Ceo Jerry Jang dalla società. Intanto sull’Opa Microsoft-Yahoo! si scoprono gli antefatti

Il finanziere miliardario Carl Icahn, intervistato dal Wall Street Journal, ha detto di aver già lanciato la guerra delle deleghe per il controllo del board di Yahoo! e di voler cacciare il Ceo Jerry Jang, co-fondatore di Yahoo!, dalla società.
L’assemblea di Yahoo! è stata fissata per il primo agosto, slittata rispetto a luglio.
Microsoft ha gettato la spugna nelle scorse settimane, ritirando l’Opa da 47.5 miliardi di dollari, pari a 33 dollari per azione. La Proxy fight di Carl Icahn vuole rivoluzionare il board per riaprire le trattative con Microsoft, anche se il colosso di Redmond afferma di essere più orientato ormai agli asset della ricerca online di Yahoo! che a tutta la società.
Yahoo! però difende il suo Ceo e co-fondatore Jerry Yang dalle invettive di Icahn. Ma quest’ultimo avrebbe deciso di prendere di mira direttamente il Ceo, finora risparmiato, dopo aver conosciuto i dettagli del costosissimo piano per gli impiegati.
Intanto si aggiunge un antefatto nella vicenda tra Microsoft e Yahoo!: sono anni che Yahoo! cerca di evitare l’acquisizione da parte di Microsoft, ma di questo ne abbiamo già parlato in passato, con i tentativi falliti di acquisizione.

Recentemente aD6 Rupert Murdoch, il magnate di News Corp, ha affermato di non capire perché Yahoo! non voglia i soldi di Microsoft, però Microsoft deve fare pressione e forse manca di esperienza nei maxi accordi. secondo Murdoch, la proxy fight di Carl Icahn non è seria, vuole solo fare soldi. L’errore fatale di Yahoo!, secondo Murdoch, è stato acquistare Overture e sedersi sugli allori, invece di lavorare duramente: Google è il miglior motore di ricerca e per competere contro di esso, bisogna mettercela tutta. Del resto Microsoft, con il suo modesto 8 o 9% della ricerca online, non può farcela da sola.