Data storageEnterprise

L’affondo enterprise di Symantec

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Dalla conferenza Vision arrivano importanti novità su virtualizzazione, storage, back up, compliance

Le numerose acquisizioni degli ultimi anni, da Veritas ad Altiris, hanno fatto di Symantec un’azienda non più concentrata semplicemente sulla sicurezza, ma capace di spaziare su tutto il fronte dell’organizzazione, della continuità e della protezione del business.

La recente conferenza Vision, tenutasi a Las Vegas, ne è stata valida testimonianza, con annunci differenziati su differenti fronti. Di rilievo, per esempio, è il ritorno in pompa magna sul fronte della virtualizzazione. Veritas Virtual Infrastructure è una soluzione che combina Storage Foundation con l’hypervisor Xen, oggi sotto il controllo di Citrix. L’accoppiata tecnologica consentirà, secondo Symantec, di continuare a sviluppare tutti i tool di amministrazione dello storage di origine Veritas, aggiungendovi la gestione dello storage specifico della virtualizzazione (immagine di server virtuali, storage eterogeneo e San multi-accesso).

Un aggiornamento importante ha riguardato anche NetBackup, piattaforma che ora include la deduplicazione dei dati, la protezione continua (Cdp, ovvero Continuous data protection) e capacità di recovery granulare per ambienti sia Windows che VmWare. La mossa pone l’azienda sullo stesso piano competitivo di realtà come Emc, Ibm o Hitachi Data Systems, che hanno in portafoglio da tempo questo genere di capacità.

NetBackup RealTime Protection 6.5, in particolare, offre la protezione continua dei dati, catturando tutti i cambiamenti nei dati applicativi in tempo reale, ma anche l’accesso immediato alle immagini disk-based e un’alternativa agli snapshot array-based per rilasciare immagini di recovery efficienti in termini di spazio. La Granular Recovery Technology, nata su Backup Exec e ora estesa alla piattaforma NetBackup, consente inoltre di effettuare il recovery di un intero sistema o file individuali, e-mail, documenti o macchine virtuali da un’immagine di backup single-pass di server Microsoft Windows, Exchange, SharePoint e VmWare.

L’orizzonte di Symantec si è però espanso anche in direzione del risk assessment It, con la suite Control Compliance, che offre diverse nuove feature progettate per aiutare le aziende ad automatizzare il processo di adesione alle normative e rendere il risk assessment It più scalabile. Il costruttore ha rilasciato anche Sim (Security Information Manager) 4.6, che consente alle aziende di raccogliere, memorizzare e analizzare dati di log, così come monitorare , dare priorità e rispondere agli incidenti di sicurezza. Sim sarà incluso come modulo nella suite Control Compliance.

Le novità di Symantec si innestano in un contesto di buona salute complessiva dell’azienda, soprattutto a livello locale. L’Italia, infatti, è di recente diventata centro della regione Emea Mediterraneo, che comprende anche Spagna e Portogallo ed è guidata da Marco Riboli: “Il modello di integrazione e innovazione organizzativa, soprattutto sul canale, creato ed eseguito nel nostro Paese è stato esportato su un territorio più ampio”, ha commentato Riboli.