Enterprise

Inaz acquista il controllo di Giada Progetti

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Grazie all’acquisizione lo specialista vuole espandersi nella gestione degli enti locali

Inaz ha acquisito il controllo di Giada Progetti, azienda specializzata nell’area delle soluzioni software a supporto delle attività nel campo degli enti locali e della Sanità. Inaz ha acquisito il 70% del pacchetto azionario della società che ha sede a Pieve di Soligo (Treviso) mentre il restante 30% resta nelle mani dei soci fondatori del team di professionisti le cui soluzioni sono largamente diffuse in centinaia di comuni italiani e di aziende sanitarie, tra cui la Provincia di Milano, che se ne avvalgono per l’automazione e il supporto ai processi organizzativi nell’area del personale. Angelo Croci, consigliere delegato e direttore generale di Inaz, assume la carica di presidente. Furio De Candido, gìà presidente di Giada Progetti, rimane consigliere d’amministrazione e diviene amministratore delegato, con la responsabilità della conduzione operativa.

Le attività di Giada Progetti vengono integrate nella linea di business Enti Locali, neocostituita all’interno di Inaz, che ne ha affidato lo sviluppo a Luigi Rendina. Il momento è favorevole per Inaz che nel 2007 ha visto accrescere il fatturato del 4%, rgistrando un fatturato di 35 milioni di euro, con un incremento triplo rispetto a quello registrato dal mercato italiano software e servizi. L’azienda conta su 500 collaboratori, tra cui circa 70 strutture commerciali e di assistenza tecnica distribuite in circa 40 città italiane.