Enterprise

HP Discover: parla Whitman il CEO di HP. Sprona la società all’innovazione e rassicura i clienti

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Meg Whitman sferza l’intera HP e incoraggia i clienti a seguire di nuovo HP. Promette chiarezza sulle direzioni strategiche della società e maggiore focalizzazione sulla clientela enterprise

Primo debutto in un ‘apparizione davanti al grande pubblico di Meg Whitman, CEO di HP. Rivolta ai 3500 partecipanti presenti a Vienna all’evento HP Discover, Whitman ha cercato in sostanza di chiarire dove sta andando la nuova HP. Più che parlare delle nuove strategia Whitman si è focalizzata sui noti problemi di bilancio della società e ha difes,o come un fatto importante per la gestione Apotheker, l’acquisizione di Autonomy costata 10 miliardi di dollari.

Le aree di attività su cui HP si focalizzerà, oltre all’ottimizzazione delle informazioni, sono le trasformazioni che la convergenza tecnologica impone all’infrastruttura IT, la trasformazione delle applicazioni di fronte alle nuove realtà di business e il nuovo mondo del cloud ibrido.

E ha dichiarato a proposito di HP:” Questo passaggio da un CEO all’altro è duro per i dipendenti e i clienti con cui lavoriamo”. Mentre sulla strategia software di HP ha detto:”  Non siamo nel business del software per trasformare HP in una software company. Dobbiamo aiutare i clienti a gestire ambienti eterogenei e sono molto soddisfatta che Autonomy si sia aggiunta alla famiglia HP. Questo risolverà molti problemi di gestione dell’informazione”. Ai clienti di HP: “ Nell’ultimo anno abbia portato confusione tra i clienti su chi eravamo come società. Voglio che il dramma HP esca dai titoli dei giornali e siano i nostri prodotti e servizi a prenderne il posto”.

Apparendo sul palco insieme a partner chiave come SAP e Microsoft – ultimamente HP è ai ferri corti con Oracle, partner dei tempi passati – Whitman ha indicato che tutto il software di HP è rivolto a fornire ai clienti una serie di strumenti per gestire ambienti eterogenei. Forse riferendosi proprio a Oracle, Whitman ha detto: Una caratteristica distintiva di HP è quella di aiutare i clienti a gestire i prodotti dei nostri concorrenti, non di volerli buttare fuori dal mercato”.

E i servizi sono per HP un veicolo di vendita dei prodotti di infrastruttura IT al core delle aziende. Rivolta ai clienti enterprise Whitman ha dichiarato che HP ha raddoppiato gli investimenti in consolidamento e data center automation, nella modernizzazione della applicazioni legacy, nella sicurezza con l’acquisizione di ArcSight e Fortify .

Un accenno finale anche al progetto che porta il nome in codice Moonshot, una sistema di server evoluti basati su architettura ARM: “ Un’innovazione che ci mette alla guida del mercato”.

E infine:”Dobbiamo tornare indietro all’innovazione e alla tecnologia di punta per le quali siamo stati famosi per più di 70 anni”.(GF)


Di’ la tua in Blog Café: Meg Whitman, ceo di HP: basta confusione