Enterprise

Gartner : il CIO deve essere un imprenditore all’interno della sua azienda

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

La crescita delle imprese e l’uscita dal tunnel della recessione legate al collegamento con il business del reparto IT

Nel momento economico attuale un CIO dotato di qualità imprenditoriali che permettano alle aziende di migliorare la leva della produttività è quanto di più gradito per le aziende. La conferma viene da un‘analisi di Gartnerche lega per il futuro una crescita dei profitti aziendali superiore al 25% alla presenza nei suoi ranghi aziendali di una figura dirigenziale di questo tipo .

Gartner indica poi che la caratteristica distintiva di un CIO con piglio imprenditoriale è la sua volontà di assumere maggiori rischi in collegamento con i dirigenti dell’area legata al business aziendale e di fornire nuovi accorgimenti e soluzioni tecnologiche che si traducano direttamente in fatturato, risultati finanziari e quote di mercato. In sintesi coniugare la possibilità di generare nuovo valore per l’azionista con la capacità di offrire nuovi livelli di produttività IT.
“ Uno dei principali problemi che devono affrontare le organizzazioni è come CEO e CIO possono affrontare in modo imprenditoriale i loro compiti in questo momento, commenta Jorge Lopez, analista di Gartner. “ Se gli azionisti vedranno la recessione allontanarsi dalle attività di tipo operativo, daranno il via a esigenze di crescita di fatturato e profitti aspettandosi da CEO e CIO prestazioni oltre le aspettative”.

Gartner ha messo a punto una sorta di elenco delle caratteristiche di questa nuova figura di Chief Information Officer e delle aree su cui dovrà focalizzare la sua attenzione:
• Velocità di cambiamento: capacità di influenzare la rapidità dei cambiamenti in modo tale che la strategia di business aziendale possa essere implementata a una velocità superiore a quella della concorrenza con la possibilità di ottenere maggiore fatturato in modo anticipato. Con vantaggio competitivo in nuove aree di business.
• Estensioni strategiche : capacità di estendere le strategie aziendali verso nuovi mercati, nuovi settori e nuovi utenti, anche se regno consolidato della concorrenza.
• Efficienza operativa: i miglioramenti di efficienza operativa vanno tradotti in vantaggio competitivo.

Le ricerche di Gartner hanno stabilito che se i CEO vedono l’organizzazione It aziendale come uno dei vincoli ai cambiamenti necessari , spetta ai CIO di proporsi come partner per la sincronizzazione del reparto IT con gli obiettivi di business dell’azienda.