EnterpriseFisco e Finanza

Spesa IT mondiale in crescita secondo IDC

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Google + Linkedin Iscriviti alla newsletter Lascia un commento

Le previsioni per la spesa IT mondiale vedono una crescita media del 3,3 percento sino al 2020

Sono abbastanza ottimistiche le previsioni di IDC sull’andamento della spesa IT mondiale nei prossimi anni. Secondo gli analisti il 2017 si chiuderà con una crescita del 3,5 percento rispetto al 2016 (altre previsioni sono più conservative) e raggiungerà un giro d’affari di ben 2.400 miliardi di dollari. Nel periodo 2015-2020 la crescita media annua prevista è invece del 3,3 percento e si stima che nel 2020 la spesa IT mondiale complessiva sfiori i 2.650 miliardi di dollari.

In questa evoluzione ogni settore di mercato ha la sua importanza ma restano prevalenti i grandi “spender” tradizionali: i servizi finanziari e il manufacturing, che insieme rappresenteranno circa il 30 percento degli investimenti IT nel periodo considerato. Investimenti rilevanti anche per telecomunicazioni, servizi professionali e pubblica amministrazione, ma i settori a maggiore crescita seguono una distribuzione diversa.

Spesa IT mondiale: i settori a maggiore crescita
Spesa IT mondiale: i settori a maggiore crescita

Resta invece sostanzialmente piatta (allo 0,3 percento di crescita annua) la spesa IT del segmento consumer, che rappresenta il 20 percento circa della spesa IT mondiale. I consumatori sono poco interessati all’hardware e da questo punto di vista i tipi di prodotti che stanno portando buoni risultati sono legati al segmento professionale (specie i tablet business), alla PA (i portatili) e al segmento education (i Chromebook).

Su base geografica la spesa IT mondiale mostra una suddivisione consueta, per il periodo considerato dalle previsioni di IDC. Stati Uniti e Canada faranno oltre il 40 percento del giro d’affari, seguiti più o meno alla pari dalle regioni Europa Occidentale ed Asia-Pacifico (Giappone escluso) che si attesteranno intorno al 20 percento ciascuna. Crescite annuali sopra la media per America Latina (5,3 percento), Asia/Pacifico e Stati Uniti (entrambi al 4 percento).

d
I settori d’investimento “top” per le  PMI

Ragionando invece per dimensione d’impresa resta il predominio delle grandi aziende con oltre mille dipendenti, che faranno il 45 percento della spesa IT. Bene anche le piccole imprese (da 1 a 9 dipendenti) che rappresenteranno il 25 percento della spesa e che si stanno concentrando più sul software rispetto che sull’hardware. Secondo IDC è un segno della trasformazione digitale, in cui i risultati di business sono legati agli investimenti in software. Questa evoluzione attraversa tutte le regioni del mondo, sottolineano gli analisti.