EnterpriseFisco e Finanza

La tecnologia IT e il settore manifatturiero discreto

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Miglioramento della soddisfazione del cliente ed eccellenza operativa si stanno imponendo come elementi strategici di business
per favorire la profittabilità

E’ diventata un documento pubblico ‘A Global IDC Discrete Manufacturing Research‘, una delle più ampie ricerche a livello internazionale sul settore manifatturiero discreto, curato da IDC Manufacturing Insights e sponsorizzato da Infor e IBM. All’indagine hanno partecipato CEO, COO e CFO di aziende di paesi diversi, tra cui Benelux, Brasile, Cina, Francia, Giappone, Germania, Regno Unito e Stati Uniti.
Una prima annotazione riguarda i settori automobilistico ed high-tech che hanno sperimentato la maggiore accelerazione della complessità, rispettivamente del 55,2% e 56,1%. Quasi la metà degli intervistati considera l’IT una componente vitale per il raggiungimento dell’eccellenza a livello operativo. Il miglioramento del processo decisionale, il raggiungimento della profittabilità e la riduzione dei costi sono identificate come aree in cui una soluzione ERP (Enterprise Resource Planning) può portare valore. Le priorità negli investimenti software IT, oltre ai sistemi ERP di base, mostrano tuttavia notevoli differenze tra l’approccio dei CEO e quello dei CIO che risultano disallineati nello sviluppo di una strategia IT aziendale.

I leader in campo produttivo sono, però, concordi nell’identificare nel “miglioramento del processo decisionale” il vantaggio principale offerto dall’investimento in soluzioni ERP. Sebbene la riduzione dei costi e il miglioramento della profittabilità rimangano tra le maggiori preoccupazioni per le aziende, il miglioramento del ‘fulfillment’ del cliente viene oggi considerato l’elemento più importante per il superamento di queste sfide. Ciò rappresenta un cambiamento significativo rispetto alla tendenza che, al culmine della crisi finanziaria del 2009, spingeva i produttori a ricercare la sola riduzione dei costi. I costi delle materie prime sono la maggior preoccupazione del settore produzione e lavorazione metallo, caratterizzato da un alto grado di volatilità e oscillazione nel prezzo dell’acciaio o della gomma. D’altro lato, il raggiungimento dei target di crescita del fatturato è più importante per i settori rivolti al mercato consumer, quali l’elettronica high-tech e il settore automobilistico.
“Maggiore competitività, globalizzazione, proliferazione di prodotti ed estensione delle supply chain hanno contribuito alla crescita della complessità per le aziende manifatturiere”, ha dichiarato Pierfrancesco Manenti, Direttore ricerca EMEA di IDC Manufacturing Insights. “Influenzato dalla crisi finanziaria globale, negli ultimi 18 mesi il settore manifatturiero discreto ha dovuto fronteggiare notevoli cambiamenti rispetto al passato. Oggi, che iniziamo a superare la crisi, notiamo un significativo aumento dell’enfasi posta sul miglioramento del fulfillment del cliente al pari della riduzione dei costi. I produttori tendono a porre l’attenzione sulla relazione tra mantenimento dei clienti e profittabilità”.