Data storageEnterprise

Cresce l’universo dei dati digitali

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Secondo una ricerca IDC-EMC i dati digitali cresceranno di 45 volte entro il 2020. Il cloud computing genererà fatturato aggiuntivo entro il 2014

EMC prosegue da quattro anni attraverso uno studio commissionato a Idc l’analisi dell’andamento della crescita dei dati nell’universo digitale e della quantità di informazioni create e copiate annualmente . Secondo lo studio dal titolo “The Digital Universe Decade – Are You Ready?” nel 2009 le informazioni digitali sono cresciute del 62% rispetto al 2008 raggiungendo gli 800 miliardi di gigabyte (0,8 zettabyte). La quantità di informazioni digitali create nel 2010 sarà di 1,2 zettabyte. Oggi viene creata una quantità di informazioni digitali del 35% superiore rispetto alla capacità attualmente esistente per archiviarla. Questo dato salirà ad oltre il 60% nei prossimi anni.

La quantità di informazioni digitali create ogni anno aumenterà di un fattore pari a 44 tra il 2009 e il 2020, a mano a mano che tutte le forme di media – voce, TV, radio, stampa – completano la transizione da analogico a digitale. Entro il 2020, più di un terzo di tutte le informazioni digitali create ogni anno risiederà o transiterà dal cloud . Sulla base dell’utilizzo di servizi di cloud computing da parte delle aziende con l’obiettivo di ridurre parte del budget IT destinato alla manutenzione di sistemi legacy, Idc stima che l’investimento in innovazione IT potrebbe generare più di mille miliardi di fatturato aggiuntivo tra oggi e la fine del 2014. Questa proiezione aumenterà in maniera significativa a mano a mano che crescerà l’adozione di private cloud e altri ambienti di cloud computing.