Data storageEnterprise

Cloud sicuro? Ottimiste le aziende europee

Direttore responsabile di Silicon, ITespresso, ChannelBiz e Ubergizmo dalla nascita, ama analizzare le dinamiche del mercato IT e le strategie dei vendor. Scrive da più di vent'anni di tecnologie, acquisizioni, hardware e software. Modera convegni e seminari. In passato ha diretto Techweekeurope, Gizmodo, Vnunet, PC Magazine e PC Dealer, iniziando il percorso professionale a Computerworld Italia dopo la laurea.

CA WORLD 2010 / Bjarne Rasmussen, Chief Technology Officer e Senior Vice President di CA Europe, punta sul cloud come valido strumento per offrire rapide soluzioni alle aziende in difficoltà

“Agilità, flessibilità e rispamio (fare di più come meno): questo è il cloud computing”.Bjarne Rasmussen, Chief Technology Officer e Senior Vice President di CA Europe, esorta il cloud ad essere lo strumento per aiutare le aziende a superare le difficoltà legate anche al contesto economico, sulla scia di quanto dichiarato da Kevin Tumulty, senior vice president Europa di CA Technologies ,che rilancia con vigore l’impegno, CA sull’Europa. Si, perche cloud e ottimizzazione dei costi vanno a braccetto, anche se questo comporta attenzione elevate sulle questioni di sicurezza, che fortunatamente non vengono sottovalutate dagli utenti europei, “anche se potrebbe fare di più”.

biorne-185x185.jpg

Bjarne Rasmussen, Chief Technology Officer e Senior Vice President di CA Europe

Lo afferma Rasmussen sopportato da uno studio internazionaleSecurity for Cloud Computing Users, commissionato da CA (e realizzato da Ponemon Institute nel mese di marzo con 925 interviste a manager di alto profilo in 8 paesi, Italia inclusa), che stima le organizzazioni europee più ottimiste, rispetto a quelle americane, in merito alla loro capacità di proteggere applicativi e dati in ambienti cloud.

Ma nonostante il 57% degli intervistati europeicontro il 36% degli americani — consideri le loro organizzazioni attente a valutare le risorse di cloud computing prima del loro deployment, il livello di investimento in the cloud degli europei continua d essere inferiore rispetto a quello dei cugini d’oltreoceano, piu propensi a investire in piattaforme IT e servizi in cloud.

Gli europei investono nel cloud per minori costi (67%), maggiore efficienza (62%), tempi di deployment più rapidi (58%) e maggiore flessibilità e scelta (31%). Ma si evidenzia un problema: le organizzazioni stanno iniziando a trasferire dati e applicazioni nelle cloud senza adottare tutte le misure necessarie a garantire la sicurezza delle informazioni stesse (il 44% dei soggetti europei e il 55% di quelli statunitensi non conoscere tutte le applicazioni che la propria azienda ha messo in the cloud, una pecca noteole per la sicurezza) e credono che i principali responsabili della sicurezza in ambiente cloud siano gli utenti finali e non chi in azienda è addetto alla sicurezza IT. Un ambito su cui lavorare che sposa perfettamente la teoria di Rasmussen: “Il cloud computing sta introducendo un nuovo paradigma di gestione dell’IT, e noi dobbiamo aiutare le aziende a capire come usare la tecnologia e come renderla sicura. Nei prossimi giorni CA Technologies rilascera’ diverse soluzioni in ambito cloud che risponderanno a queste esigenze”. Il CA World 2010, nei prossimi giorni, sara’ il palcoscenico del debutto delle nuove soluzioni.

Per saperne di più leggi anche: