Enterprise

AMD guadagna qualcosa a spese di Intel nel mercato dei processori

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

AMD mette a segno un più 1,6 percento in market share , ma il gigante Intel resta imperturbato come numero uno

Gli ultimi dati resi noti dalla società di ricerche iSuppli mostrano che Amd è riuscita a guadagnare qualche percentuale di quote di mercato mondiale nello spazio dei microprocessori a spese di Intel e di altri produttori più piccoli.
In un rapporto reso noto l’ultimo giorno di marzo i Suppli ha dichiarato che Amd ha visto la sua quota di mercato per l’ultimo trimestre del 2009 nel fatturato proveniente dai processori salire di 1,6 punti percentuali rispetto al medesimo periodo del 2008 e con un incremento di 0,28% rispetto al terzo trimestre del 2009.
Il dominio di Intel continua   con una percentuale schiacciante dello 80,6%, ma con una caduta dell’1% rispetto al quarto trimestre del 2008 e un leggero guadagno ( 0,1%) sul terzo periodo del 2009. Tutti insieme gli altri fornitori più piccoli hanno raccolto il 7,3% delle referenze di mercato. Nel corso di tutto il 2009 sia Intel sia Amd hanno mantenuto stabili le loro quote di mercato incrementandole leggermente entrambe rispetto al complesso del 2008 : Amd + 0,2% e Intel +0,3 %.

Come spiegano gli analisti d iSuppli , se si tiene in considerazione la caduta significativa del prezzo medio di vendita dei computer ,avvenuta nel corso del 2009, il fatto che sia Amd sia Intel abbiano mantenuto le loro quote di mercato in fatturato , indica che non sono state penalizzate dal calo dei prezzi dei personal computer. Infatti nel corso del 2009 le aziende hanno perseguito in modo efficiente la loro roadmap di prodotto con prestazioni migliori e più efficienza energetica.