Enterprise

A Nokia World il meglio viene alla fine

Giornalista. Ha collaborato con TechWeekEurope IT fin dal suo inizio

Follow on: Google +

Contro ogni anticipazione della vigilia Stephen Elop, prossimo Ceo di Nokia, interviene a Nokia World 2010 a Londra. Obiettivo: galvanizzare gli sviluppatori. Perché l’ex uomo Microsoft ben sa che gli sviluppatori contano, e contano molto

Ultimo giorno ricco di eventi a Nokia World. Stephen Elop , il nuovo Ceo di Nokia, è arrivato per premiare in pompa magna uno sviluppatore del Kenia. Intanto è arrivata anche la notizia che Peter Skillman, già a capo della progettazione di Palm, lasciata HP, è entrato nel team direttivo di Nokia.

La squadra dirigenziale di Nokia, tra partenze e arrivi, è in fase di ricostruzione. Il reclutamento di Elop, Skilman e il CTO Rich Green portano nuova linfa alla società.
Skillman guiderà la divisione dei servizi e utenti per MeeGo, il sistema operativo open source basato su Linux che ha il compito di riunificare quanto stavano sviluppando Intel con Moblin e Nokia con Maemo. Anche se non era nel programma ufficiale ha fatto la sua apparizione Stephen Elop e ha mostrato di aver imparato la lezione di Microsoft: gli sviluppatori contano, e contano molto.

Elop, ancora ufficialmente a capo della Business Division di Microsoft, non prenderà le redini di Nokia che dal prossimo 21 settembre. Ma non ha potuto resistere alla tentazione di apparire al più importante evento Nokia di quest’anno. E lo ha fatto al Nokia Developer Summit, evento parallelo, per chiudere premiando con un premio favoloso uno sviluppatore del Kenia, la cui produzione riguarda soluzioni mobili per il supporto alle micro imprese dei paesi emergenti. Gli sviluppatori erano chiaramente il suo obiettivo. “ Senza i voi non possiamo creare le vibrazioni e l’ecosistema di cui abbiamo bisogno per avere successo e competere nel mondo”.

Ennesimo riconoscimento della necessità di possedere una forte base di software house se Nokia deve sterzare dall’hardware al software.

Dì la tua in Blog Café: La missione di Elop: risvegliare Nokia