CloudSaas

Sapphire 2016 nel segno di SAP HANA, ma non solo

sapphire-2016
Google + Linkedin

Al Sapphire 2016 HANA ha avuto un ruolo logicamente di primo piano, ma tra iniziative e alleanze il raggio d’azione di SAP va ben oltre

Non è semplice identificare la novità principale attorno alla quale è ruotato il Sapphire 2016, la nuova edizione dell’evento in cui SAP raccoglie insieme partner e clienti per dare uno spaccato di cosa sta sviluppando e delle direttrici tecnologiche che sta seguendo. Ovviamente per la casa tedesca il protagonista di primo piano è sempre SAP HANA ma gli annunci non si sono limitati a quest’ambito. Era in parte prevedibile: SAP sta affrontando la transizione al cloud meglio di altri concorrenti e questo le permette di muoversi ora con un raggio d’azione più ampio, con novità anche poco prevedibili.

Le novità di HANA

Ma da SAP HANA si deve comunque partire, banalmente perché SAP ha spiegato più volte che su questa piattaforma si gioca una parte importante del futuro tecnologico della società. Al Sapphire ha debuttato una nuova release della HANA Platform con due importanti novità legate alla gestione dei dati in-memory. La prima è una funzione di “capture and replay” che cattura le transazioni generate dai sistemi di produzione e le applica su un altro sistema specifico.

È una funzione utile per testare modifiche alle applicazioni e ai sistemi dando in pasto a un sistema di test non dati sintetici ma transazioni che avvengono davvero sulla propria rete. Tra l’altro SAP ha attivato un programma preliminare con cui avvicinare al cloud i clienti che usano HANA on-premise proprio attraverso il test di questa funzione.

sapSono poi state introdotte le funzioni che la casa tedesca definisce di “graph data processing“. Si tratta di una forma evoluta di visualizzazione che mette in evidenza le correlazioni sinora non identificate tra gli elementi conservati nel database. Può anche questo essere un primo passo per ampliare il raggio delle applicazioni di business collegandole al mondo dei Big Data.

Il ruolo di Microsoft

La presenza sul palco del Sapphire 2016 di Satya Nadella, CEO di Microsoft, ha dato il segno del rapporto di partnership sempre più stretto che SAP e la casa di Redmond stanno sviluppando. La collaborazione era già in essere, ma con le novità di questo Sapphire il cloud di Azure diventa per molti versi una piattaforma preferenziale per gli utenti SAP. L’annuncio principale riguarda la certificazione di Azure per qualsiasi tipo di implementazione basata su HANA, sia di test sia di produzione, compresi gli ambienti SAP S/4HANA.

Bill McDermott, CEO di SAP
Bill McDermott, CEO di SAP

L’integrazione SAP-Microsoft va anche oltre HANA. Office 365 potrà essere integrato con diversi ambienti cloud SAP come Concur, Fieldglass, SuccessFactors e Ariba e, in ambito sviluppo, le applicazioni mobile create con SAP Fiori e basate sulla SAP HANA Cloud Platform potranno essere gestite con Microsoft Intune.

E di integrazioni e partnership si è parlato molto a Orlando, con alcuni dei principali nomi dell’IT che hanno presentato soluzioni ad hoc per il supporto degli ambienti SAP. Una fra tutte, ma non l’unica: Hitachi.

Le altre strade

SAP ha ormai un portafoglio di soluzioni molto esteso, frutto anche di acquisizioni che sta man mano mettendo “in ordine”. Nel campo della Business Intelligence è stato il caso del mondo Business Objects, rivisitato e ampliato con i frutti dell’acquisizione di Roambi. Delle soluzioni per il mondo e-health già si sapeva, meno attese sono state le novità riguardanti settori nuovi come l’advertising e la stampa 3D.

Il primo si merita una piattaforma tutta sua – SAP XM – e ha buona potenzialità dato lo stato non particolarmente evoluto e ottimizzato delle soluzioni di digital advertising. L’alleanza con UPS per la realizzazione di una rete di centri servizio per la stampa 3D on demand prevede che SAP ci metta le sue soluzioni per la gestione della supply chain, mentre UPS ci mette la parte di stampa 3D e la logistica. Per ora è un servizio abilitato solo negli USA ma la produzione on demand è un tema che riguarda le aziende di tutto il mondo. SAP per intanto ci ha messo un piede ben fermo.