DevopsProgettiSoftware

CA World 2016: Agile e DevOps, separati ma con forti legami

caworld2016_00
Google + Linkedin

Con due vice president in ambito Agile e DevOps di CA Technologies, abbiamo fatto il punto sulla strategia e su cosa serve ai clienti. Ne parliamo con Aruna Ravichandran (DevOps) e Dru Jacobs (Agile) alla luce degli annunci recenti di CA World 2016. Transizione al cloud entro i prossimi tre anni

Fanno parte di due divisioni separate e viaggiano con strategie e annunci ognuno su una propria rotta. Ma non c’è dubbio che Agile e DevOps sono due facce di una stessa medaglia, che CA Technologies ha deciso di mettere al centro delle proprie strategie da alcuni anni. Quello che abbiamo annunciato al CA World è parte di un unico tema. La semplicità e la facilità d’uso delle nostre applicazioni non sacrificano la potenza delle nostre soluzioni di fascia enterprise. Una linea comune a tutte le nostre divisioni, che va nella direzione di supportare i clienti,  nel senso di aiutare tutti i loro team di lavoro, dai manager al product manager fino agli sviluppatori e alle persone che lavorano ogni giorno su un progetto. Il tutto per allineare la strategia con l’execution” precisa Dru Jacobs, Vice President, Worldwide Product Marketing, Agile Management di CA Technologies.

Il 90% delle persone che lavora a un progetto non conosce bene le strategie collegate e non ha facilità di accedere all’intero patrimonio delle informazioni. Una barriera che non permette al business di essere “agile” e a chi sviluppa di ottimizzare le nuove applicazioni sui desiderata della produzione, di agire in logica DevOps. “Una grande parte della nostra strategia è fornire un’integrazione end to end con una visione della catena del valore, dando a supporto tool integrati di analisi per ridurre il time to market”  precisa Aruna Ravichandran,  Vice President DevOps Solution Marketing and Management di CA Technologies. Il cliente rimane l’interlocutore da ascoltate, importante per i feedback, il testing e le nuove linee di sviluppo indirizzate verso il cloud, che al momento pesa ancora poco nell’offerta di CA Technologies, ma che a tendere vedrà tutto sbilanciato sull’as a service.

La strategia DevOps, integrazione e credibilità

“Quando parliamo di DevOps pensiamo a una varietà di processi, dallo sviluppo, al testing, al real management al monitoring, fino al performance application management – esordisce Aruna Ravichandran –. Dico questo per sottolineare che DevOps per noi non è un unico prodotto ma diversi prodotti, raccolti in un’offerta integrata” .

Aruna Ravichandran, vice president DevOps Solution Marketing and Management di CA Technologies
Aruna Ravichandran, vice president DevOps Solution Marketing and Management di CA Technologies

Al CA Word di quest’anno sono state allestite tre aree nello showcase dedicate a DevOps e l’annuncio di API Central Portal nasce proprio per rendere i partner maggiormente in grado di sviluppare, con una soluzione in modalità software as a service.  “La nostra strategia in area DevOps si snoda attorno a tre pilastri – precisa Ravichandran -: portare le applicazioni sul mercato molto velocemente per non perdere market share, soddisfare la customer experience per evitare il rischio che i clienti diano un cattivo rating se non ottengono risposte adeguate alle loro esigenze, garantire un deployment veloce dei prodotti. In questa logica bisogna pensare alla fase di testing delle soluzioni fin dall’inizio, non farla quando si va in produzione”.  Un esempio su tutti: con CA Realise Automation, le aziende possono fare deployment più velocemente, come dimostra il caso di ING, che con questa soluzione è passata da alcune migliaia di deployment al mese a 30.000 al mese, gestendo così uno sviluppo più rapido.   

Importante è capire come i clienti possano misurare il ritorno degli investimenti della loro strategia DevOps e quando è il momento opportuno per iniziare i progetti. La risposta sta in un set di tool e in un libro, da poco presentato  – Book on DevOps –  che dettaglia ogni passaggio metodologico. Inoltre un aiuto concreto è dato dal  DevOPS Consortium, recentemente istituito con  14 persone che contribuiscono alla divulgazione delle logiche di DevOps a livello mondiale.

Gli obiettivi della nostra strategia DevOps sono diversi – sostiene Ravichandran -: migrazione al cloud, garantire che i prodotti siano facili da installare e configurare, garantire l’integrazione trasversalmente a tutto il portafoglio, aumentare la nostra credibilità verso la comunità open source”.  Il passaggio al cloud  prevede la transizione nei prossimi 18 mesi-3 anni, un lavoro importante dato che oggi la percentuale delle soluzioni in cloud di CA Technologies è di circa il 10-15%.

La strategia Agile anche nelle aziende bimodali

Due gli annunci fatti a CA World in ambito Agile: Personal Navigation, realizzato sui feedback dei clienti che possono utilizzare le risorse dento il portale Agile Central  in modo personalizzato per meglio adattarle al lavoro che stanno svolgendo (“a dimostrazione del fatto che il nostro team di sviluppo sia focalizzato sui clienti che definiscono la nostra roadmap e la nostra strategia” precisa Jacobs) e Quick Detail Views, che permette di visionare a schermo in modo veloce gli aggiornamenti sulle informazioni senza dovere accedere all’applicazione molte volte. 

Dru Jacobs, Vice President, Worldwide Product Marketing, Agile Management di CA Technologies
Dru Jacobs, Vice President, Worldwide Product Marketing, Agile Management di CA Technologies

“Una metodologia che può essere applicata a qualsiasi tipo di ambiente” precisa Jacobs, citando il keynote di Angela Tucci, General Manager  Agile Management Business Unit, che ha stressato il concetto che nelle aziende che vivono il dilemma di esser bimodali e di andare a due velocità, la metodologia Agile è in grado di fare lavorare insieme le due parti dell’organizzazione  e di mitigare i colli di bottiglia quando uno dei due team lavora più velocemente dell’altro. “L’azienda bimodale, che ha una parte molto più legata alla gestione di progetti in modo tradizionale e una parte che si muove più velocemente come spesso fanno i team digitali e mobile, può trarre beneficio dalla metodologia Agile con un giusto supporto –  incalza  Jacobs – . Lavoriamo vicino ai clienti, non solo da un punto di vista di tecnologia, ma anche di consulenza, un aspetto unico di vicinanza. Abbiamo creato il gruppo Agile Coaches & Consultance Team,  con 30 persone certificate in metodologia Agile a livello mondiale, che lavora per spingere la digital transformation  con i clienti enterprise. Le aziende riconoscono questo pregio di offrire un coaching perché noi ci poniamo come dei partner nel loro percorso di trasformazione digitale, evidenziando loro i benefici del passaggio e aiutando  i clienti non solo da un punto di vista tecnologico ma soprattutto organizzativo”.

Una parte consistente del portare agilità in azienda sta proprio nel modo in cui i team lavorano tra loro, e spesso l’ingaggio dai clienti è proprio per aiutarli a programmare una trasformazione “agile” dell’azienda. “I nostri coach lavorano a stretto contatto con i loro product o developer manager, per fare capire loro dove è necessario che cambino e quali sono le implicazioni e l’impatto del cambiamento. Per noi questo è un elemento davvero differenziante rispetto alla concorrenza”. 

Per acquisire agilità il primo punto è rivedere la struttura dell’azienda con metodologia Agile, per poi passare all’execution, un aspetto questo molto critico che richiede un coinvolgimento attivo da parte del cliente con il quale si lavora per mappare la trasformazione verso il  loud. “La nuova Agile Central nasce proprio per creare una piattaforma che permetta di far crescere la metodologia Agile all’interno delle aziende di fascia enterprise” conclude Jacobs, presentandola sia come una piattaforma sia  come strumento per capire quanto l’adozione della metodologia performa in azienda.

Reportage dal CA World

I passi più importanti del CA World 2016 di Las Vegas, in precedenti articoli su Techweekeurope e ChannelBiz:

La strategia mondialeCA World 2016, Software elemento chiave del DNA Aziendale
E’ Mike Gregoire, Ceo di CA Technologies, a mettere al centro del CA World 2016 in corso a Las Vegas il software come vero driver che guida la trasformazione delle aziende. In ottica di agilità operativa. Annunci e update di prodotti nei portafogli Mainframe, Agile, DevOps e Sicurezza

La strategia europea Comastri (CA): La crescita del business europeo punta sulla sicurezza
Per Marco Comastri, President & General Manager Emea di CA Technologies,  il CA World è un momento di verifica importante con clienti e partner. Un banco di prova. Il peso del business in Europa è in crescita

La strategia italiana –  CA World 2016, risvolti italiani
Sicurezza e Api Management due temi molto forti per le aziende italiane. Lo sostiene Michele Lamartina, country manager di CA Technologies, dopo un primo semestre positivo. Reportage dal CA World 2016 di Las Vegas e nuova linfa per il canale nel 2017

caworld2016_06

WHITE PAPER: Sei interessato ad approfondire l’argomento?  Scarica il whitepaper  Conquistare un vantaggio nella Mobile App Economy