Data storageStorage

Synology, al debutto le RackStation RS4017xs+ e RS18017xs+

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Le RackStation RS4017xs+ e RS18017xs+ guardano entrambe al mercato aziendale e puntano sulla loro espandibilità

Synology sta man mano portando sul mercato italiano i prodotti che erano stati annunciati lo scorso novembre. Dopo la FlashStation FS3017 e il router RT2600ac, ora è la volta dell’unità storage per il montaggio in rack RackStation RS4017xs+, che arriva accompagnata dal modello RS18017xs+ e dalle unità di espansione RX2417sas e RX1217sas.

Dei due sistemi di storage presentati, la RackStation RS4017xs+ è per molti aspetti la più potente come specifiche proprie. Si basa su un processore Intel Xeon a otto core e offre 16 slot in cui inserire drive SATA (hard disk o SSD) da 3,5 o 2,5 pollici. L’unità è alta 3U e integra quattro porte Gigabit Ethernet e due porte 10 Gigabit Ethernet. La capacità massima interna è di 160 TB, le unità di espansione Synology RX1217 e RX1217RP permettono di arrivare sino a 40 slot e quindi 400 TB.

Synology RS18017xs+
Synology RS18017xs+

La RackStation RS18017xs+ adotta invece un processore Xeon a sei core, è una unità 2U e offre 12 slot che ospitano hard disk o SSD da 2,5 e 2,5 pollici, SATA oppure SAS. Diverse caratteristiche con in linea con la RS4017xs+ ma l’espandibilità è superiore: usando le unità RX1217sas o RX2417sas si arriva rispettivamente a 96 e 180 slot. La capacità massima grezza varia quindi tra 120 TB con i soli slot interni e 1,8 PB con il massimo delle espansioni.

Comune ai due modelli è la possibilità di realizzare configurazioni ad alta disponibilità collegando più sistemi e puntando anche sulla presenza di componenti ridondati, come alimentatori, ventole e porte LAN.

Partecipa alla nostra inchiesta: La tua azienda adotta soluzioni cloud?

… per rispondere alle altre tre domande, clicca qui…

WHITE PAPER: Sei interessato ad approfondire l’argomento? Scarica il whitepaper “Identifica il valore, i rischi e i costi dei tuoi dati