Data storageStorage

IDC: lo storage esterno frena in EMEA

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Calano anno su anno i ricavi per i sistemi esterni di storage, ma la forte crescita dei sistemi flash è un segnale confortante

Male gli array tradizionali con dischi a piatti rotanti, bene quelli più innovativi con unità di storage flash. È questa in sostanza la sintesi dell’andamento del mercato storage nella regione EMEA per le vendite di sistemi esterni nel terzo trimestre 2016 secondo le cifre comunicate da IDC. Gli analisti stimano vendite per 1,49 miliardi di dollari, il che rappresenta una flessione anno su anno del 5,1 percento.

La dicotomia tra storage flash e tradizionale è molto marcata. I sistemi esterni con solo hard disk hanno visto il loro giro d’affari calare del 33,6 percento anno su anno e questo ha causato il risultato negativo di tutto il settore. Non sono infatti bastate a equilibrare il declino le crescite dei sistemi flash: del 3,5 percento anno su anno per quelli ibridi e del 76,4 percento quelli all-flash.

Non è solo una questione tecnologica, spiega IDC. In molte sotto-aree della regione EMEA c’è una volatilità macroeconomica che influisce negativamente e, in generale, la transizione al cloud e il consolidamento delle infrastrutture comporta minori investimenti in hardware.

storage-idc-3q16-emeaL’effetto delle evoluzioni verso il cloud si nota nei mercati più evoluti dell’Europa Occidentale, che ha registrato un declino maggiore della media – ma sempre intorno al 5 percento – sia in valore degli investimenti (1,06 miliardi di dollari) sia in capacità installata. Qui si nota l’importanza dei sistemi all-flash, che nel trimestre hanno rappresentato il 68 percento degli investimenti in nuovo hardware.

In quanto a produttori, nel mercato EMEA guida Dell Technologies con un market share del 33 percento circa, seguita nell’ordine da HPE, NetApp, IBM e Hitachi (l’unico produttore in forte crescita).