Data storageStorage

Frenata per il mercato storage, sempre più legato agli hyperscaler

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

La ciclicità degli investimenti dei grandi provider influenza il mercato storage, che nel terzo trimestre ha una frenata

C’è stata una flessione, anche se non troppo marcata, per il mercato storage a livello mondiale. Secondo le rilevazioni IDC relative al terzo trimestre 2016 il mercato ha registrato vendite per 8,8 miliardi di dollari, pari a un -3,2 percento anno su anno. Crescita invece molto marcata per la capacità installata: 44,3 exabyte rappresentano un +33,2 percento rispetto allo stesso trimestre del 2015.

Come sempre, i valori consuntivi nascondono andamenti anche molto diversi fra loro. L’elemento di spicco in questo senso è la crescita delle vendite dei produttori ODM (Original Design Manufacturer) che forniscono direttamente i grandi hyperscaler: +5,7 percento anno su anno in valore per un giro d’affari complessivo di 1,3 miliardi di dollari. Proprio la crescente importanza degli hyperscaler rende il mercato storage più soggetto a fluttuazioni legate ai loro cicli di investimento, fa notare IDC. Un fenomeno che abbiamo peraltro visto anche in altri campi.

In quanto a tecnologie, è stabile lo storage server-based (-0,5 percento, ricavi per 2,1 miliardi di dollari) e in flessione quello esterno (-6,1 percento, ricavi per 5,4 miliardi di dollari). Il segmento che segna la maggiore crescita è prevedibilmente quello dei sistemi flash più o meno ibridi. Il mercato degli All Flash Array (AFA) ha generato oltre 1,1 miliardi di dollari di ricavi con una crescita anno su anno del 61 percento. Più sviluppato il segmento degli Hybrid Flash Array (HFA), che nel trimestre hanno generato un giro d’affari di 2,1 miliardi di dollari.

storage-idc-3q16In quanto ai vendor, se si esamina il mercato storage nel suo complesso la classifica per ricavi generati nel trimestre vede al primo posto Dell Technologies con il 25,5 percento di market share. Seguono nell’ordine HPE (15,5 percento di market share) e un terzetto composto da NetApp (6,6 percento), IBM (5,9) e Hitachi (5,7). Messi insieme, gli ODM avrebbero una quota di mercato del 15 percento, a evidenziare l’importanza delle vendite agli hyperscaler.

Restringendo l’analisi al mercato dei sistemi esterni di storage, la “top 5” comprende gli stessi nomi solo in ordine diverso. Sempre prima Dell Technologies con il 31,6 percento di market share, seguono appaiate NetApp (10,9) e HPE (10,2), poi ancora una coppia con Hitachi (9,1) e IBM (8,6).