Data storage

Hitachi Data Systems: la mole di dati aziendali ci ha spinti all’innovazione

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

La società del gruppo Hitachi ha aggiornato la soluzione Universal Storage Platform V e la Vm: supporto di dischi flash based e Sata II, il protocollo IPv 6, la potenza di switching e quella della cache

Nuovi aggiornamenti delle soluzioni Universal Storage Platform V e Universal Storage Platform Vm di Hitachi Data Systems.

La società del gruppo Hitachi ha implementato nuove funzionalità software, il supporto di dischi flash based e Sata II, il protocollo IPv 6 e ha aumentato la potenza di switching e quella della cache.

Dal punto di vista delle funzionalità, Hitachi Data Systems ha sviluppato una nuova versione del software Dynamic Provisioning che è in grado di supportare la replica locale e remota dei volumi thin provisioned. In pratica, l’utilizzo congiunto di Dynamic Provisioning e dei software Hitachi Truecopy e Hitachi Universal Replicator permette di effettuare la replica sincrona e asincrona dei dati senza duplicare la porzione di volume allocata ma non utilizzata.

Risultato? Aumentare la flessibilità e la sicurezza dei processi di disaster recovery, preservando l’integrità dei dati. Dal punto di vista dei supporti, gli hard disk Sata II da 1 terabyte permettendo alle aziende di aumentare la capacità disponibile senza gravare troppo sui costi It.

In particolare, le soluzioni Universal Storage Platform V e Universal Storage Platform Vm supportano gli hard disk Sata II, oltre ai dischi flash-based. Tutto questo va letto interpretando le esigenze di storage delle aziende, che sono in continua crescita, sia per l’aumento dei dati sia per il rispetto delle normative in tema di data retention.

In questo scenario gli It manager devono aumentare l’efficienza delle proprie infrastrutture e, al contempo, rispettare i budget previsti. Infine, l’architettura Universal Star Network V è stata potenziata anche dal punto di vista della memoria cache che è passata a 512 gigabyte. La capacità di elaborazione messa a disposizione dall’architettura di Hitachi garantisce le massime prestazioni alle applicazioni e permette di ottimizzare la configurazione delle risorse di storage a seconda dei requisiti.

Oltre all’architettura di switching interna, la piattaforma Universal Star Network V di Hitachi Data Systems integra un engine di virtualizzazione controller-based estremamente potente ed evoluta.

Grazie a essa i clienti possono combinare funzionalità di virtualizzazione, thin provisioning, logical partitioning e replica storage-agnostic per realizzare infrastrutture di storage service-oriented e multi-livello caratterizzate da un elevato grado di prestazioni, flessibilità e sicurezza.