Data storage

Forte crescita per le vendite di server in Europa

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Le imprese continuano a investire soprattutto nelle architetture x86. Hp si guadagna la leadership, con oltre il 40% del mercato

Secondo le ultime analisi di Gartner, la domanda di server continua a restare forte soprattutto nella zona Emea (Europa, Medio Oriente e Africa). Nel primo trimestre 2008, in questa parte del mondo si sono venduti 715mila sistemi, con una crescita del 9,1% in rapporto allo stesso periodo del 2007. Il dato è migliore di quello mondiale, che ha raggiunto una crescita del 7,6%.

Le 715mila unità vendute in Emea hanno generato un giro d’affari di 4,6 miliardi di dollari (2,9 miliardi di euro), con un progresso del 6,9%. All’origine di questa buona prestazione c’è il forte investimento informatico in corso nei mercati in via di sviluppo, come Europa dell’Est, Medio Oriente e Africa. La domanda è stata sostenuta soprattutto per le architetture x86, le cui vendite sono cresciute del 10%, nonostante si tratti di un mercato maturo.

Nel mondo dei server, Hp resta il numero uno della zona Emea, con una quota di mercato, in unità, del 40,5%. A una certa distanza, l’azienda è seguita da Dell (19,1%), Ibm (13,2%), Fujitsu Siemens (7,3%) e Sun (4,1%). Da un punto di vista commerciale, sono Dell e Sun a essersi mostrate particolarmente attive, con crescite rispettive, sempre in unità, del 18,4 e del 19,3%, mentre l’aumento del loro giro d’affari è assai più contenuto.

Da segnalare, infine, che le vendite di server Risc-Itanium sono diminuite del 2,2% in termini di unità, ma sono cresciute del 3,2% in valore.