CloudVirtualizzazione

Nutanix Xpress, l’hyperconverged per le PMI

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Con l’appliance Nutanix Xpress la società affronta un mercato con esigenze diverse da quello enterprise, ma mantenendo lo stesso approccio

Le soluzioni hyperconverged sono per molte aziende ma non per tutte, per il semplice motivo che le piccole-medie imprese non hanno lo staff IT e i datacenter che servono a sfruttare le loro funzioni. Partendo da questa constatazione Nutanix ha sviluppato Nutanix Xpress, una nuova appliance convergente che punta sulla semplicità e su costi relativamente contenuti (si parte da 25 mila dollari).

Come altre soluzioni Nutanix, anche in questo caso si tratta di un’appliance che comprende una parte server, storage e una piattaforma di virtualizzazione. La società sottolinea che ha voluto seguire l’esempio di altre aziende (non IT) come Uber o Tesla che hanno sviluppato prodotti di fascia alta e poi orientati al mercato “entry” mettendo in comune la piattaforma e le tecnologie di fondo, quindi Nutanix Xpress non è un prodotto di serie B ma parte dalle tecnologie delle altre appliance aggiungendo elementi che ne semplificano la gestione.

Nutanix Xpress
Nutanix Xpress

Dal punto di vista hardware Nutanix Xpress è un’appliance con tre o quattro nodi server. Ciascuno ha due processori Intel Xeon E5 da 16 o 20 core, una unità SSD la cui capacità va da 480 GB a 1,9 TB, due hard disk da al massimo 6 TB e una memoria RAM che arriva a 512 GB. La parte più importante è quella software, però, basata sull’hypervisor Nutanix AHV e con il supporto per ambienti vSphere o Hyper-V.

Secondo Nutanix un’appliance Xpress può gestire da 5 a 500 macchine virtuali per compiti di qualsiasi genere. Funzioni di compressione, de-duplicazione e tiering ottimizzano l’utilizzo dello storage ed è possibile creare backup in cloud degli ambienti virtuali attraverso una connessione diretta con cloud pubblici come Amazon Web Services e Microsoft Azure.

Secondo Nutanix la nuova appliance è la prima di una linea di prodotti che ha una sua propria roadmap tecnologica e anche una sua strategia di go-to-market. Nutanix Xpress sarà disponibile a partire da luglio e sarà anche alla base di soluzioni specifiche di partner OEM, come in primo luogo Lenovo.