CloudDatacenter

Un nuovo datacenter in Germania per Rackspace

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Rackspace annuncia un nuovo datacenter a Francoforte, per venire incontro alle esigenze di gestione delle informazioni delle aziende che operano in Europa

Rackspace ha annunciato la prossima realizzazione di un suo datacenter in Europa, o meglio nell’Europa continentale visto che il cloud provider ha già un datacenter in Gran Bretagna, a Londra. Il nuovo datacenter sarà realizzato a Francoforte e ha innanzitutto lo scopo di servire i clienti tedeschi, austriaci e svizzeri che devono, per obblighi normativi, mantenere i dati che gestiscono sul territorio nazionale o quantomeno europeo.

Il datacenter tedesco dovrebbe essere operativo entro metà 2017 e sarà inizialmente focalizzato sui servizi di cloud privato e hosting gestito, in particolare per ambienti VMware. In realtà Rackspace ha spiegato che l’ottica è più ampia e l’intenzione è quella di rivolgersi anche ai clienti che devono gestire le complessità di AWS e Azure, eventualmente con approcci multi-cloud.

Taylor Rhodes, CEO di Rackspace
Taylor Rhodes, CEO di Rackspace

Il datacenter di Francoforte inoltre non è destinato in prospettiva solo ai clienti della zona Germania-Austria-Svizzera ma anche alle aziende delle altre nazioni europee e alle multinazionali americane. Il punto di interesse principale è sempre mantenere i dati nell’Unione Europea – condizione che in futuro il datacenter di Londra non garantirà più – e in generale soddisfare la crescente richiesta di servizi per la gestione di cloud privati e per il managed hosting.

Questo sviluppo di Rackspace arriva poco tempo dopo il completamento del suo processo di privatizzazione annunciato qualche mese fa. Si inserisce anche in una tendenza che abbiamo visto consolidarsi in questa seconda metà del 2016, con molti grandi provider non europei pronti a sviluppare infrastrutture nel Vecchio Continente per permettere alle aziende di gestire le proprie informazioni in maniera conforme alle nuove normative europee e comunque in un modo percepito come più sicuro dal punto di vista della privacy.

WHITE PAPER: Sei interessato ad approfondire l’argomento?  Scarica il whitepaper  Il software al centro del data center