CloudServer

Top500 supercomputer: l’ascesa della Cina va avanti

Giornalista e collaboratore di TechWeekEurope, si occupa professionalmente di IT e nuove tecnologie da oltre vent'anni e ha collaborato con le principali testate italiane di settore

Follow on: Linkedin

La Cina resta in cima alla classifica dei principali supercomputer: aveva già i primi posti, si conferma col primato del supercomputer “fatto in casa”

La corsa dei supercomputer cinesi alla conquista delle classifiche mondiali continua. Anche la 48a edizione della classifica Top500 dei migliori supercomputer vede in testa, come ormai da qualche tempo, un sistema cinese: Sunway TaihuLight primeggia ancora a 93 petaflop, con i suoi processori ShenWei. È lo stesso risultato di sei mesi fa e anche il secondo supercomputer è lo stesso e sempre cinese: Tianhe-2, a 34 petaflop.

La classifica Top500 è d’altronde abbastanza conservativa e vede, prevedibilmente, pochi sistemi presentarsi di colpo nelle sue prime posizioni. Stavolta nelle prime dieci ci sono solo due “volti” nuovi: l’americano Cori al quinto posto e il giapponese Oakforest-Pacs al sesto.

Entrambi adottano la piattaforma Intel Xeon Phi Knights Landing da 68 core e 3 teraflop. Intel resta infatti il principale produttore di processori per i supercomputer in classifica con 462 sistemi su 500. Seguono le piattaforme IBM Power con 22 e AMD con 7.

Sunway TaihuLight
Sunway TaihuLight

Gli Stati Uniti possono consolarsi anche con il numero di sistemi in classifica: sono alla pari con la Cina a 171 mentre sei mesi fa erano leggermente indietro. Le altre nazioni rilevanti sono la Germania con 31 sistemi, il Giappone con 27 e la Francia con 20. Americani anche i produttori principali: HPE per numerosità con 140 sistemi e Cray per potenza con il 21,3 percento del totale.

Tecnologicamente c’è da notare che la potenza media dei supercomputer sta crescendo. Un quarto dei sistemi della Top500 supera il petaflop e il meno potente si posiziona a circa 350 teraflop, rispetto ai 206 di un anno fa. La potenza complessiva di tutti i sistemi della Top500 messi insieme è di 672 petaflop, il 60 percento in più anno su anno.

Sempre tra i dettagli tecnologici segnalati dalla classifica, si nota una evoluzione della connettività fra nodi dei supercomputer. Cresce la diffusione di Intel Omni-Path (da 8 sistemi sei mesi fa a 28) ai danni di Infiniband (da 205 a 187) e di Gigabit Ethernet (da 218 a 206 di cui 178 a 10 gigabit).