CloudData storageDatacenterServerStorage

ThinkSystem e ThinkAgile, Lenovo rilancia la scommessa data center

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Sotto i brand ThinkSystem e ThinkAgile Lenovo propone due nuove linee per indirizzare la sua proposta data center sia nel caso di flussi di lavoro HPC, sia quando la strategia è ibrida e software defined

Lenovo ha presentato una gamma completa di soluzioni per il data center nell’era dell”intelligence revolution” come evidenzia il marketing aziendale. La proposta vuole soddisfare le domande prestazionali in ambito HPC, cloud ibrido, AI e machine learning. Il portafoglio di server, storage, networking e software è ora chiamato alla prova del mercato suddiviso in due linee di brand ThinkSystem e ThinkAgile. Serviranno anche a recuperare il terreno perso nel corso dell’anno con risultati della divisione DCG (Data Center Group) per nulla entusiasmanti.  

La nuova proposta si innesta in uno scenario ben fotografato da IDC in una recente ricerca con interviste ai CIO e ai principali leader della tecnologia. In base ai risultati il 72 percento  delle aziende ritiene che le principali motivazioni che portano alle decisioni sulle infrastrutture IT siano la trasformazione digitale e la crescita del business.

Nulla di nuovo: cloud ibrido e software defined sono i due mantra per chi sta cercando di trasformare il proprio data center. Lenovo indirizza questi bisogni con il portfolio ThinkSystem (su processori Intel Xeon Scalable), e con le soluzioni ThinkAgile e la proposta Software Defined.

Lenovo ThinkAgile CX 2000
Lenovo ThinkAgile CX 2000

Nel primo caso (ThinkSystem) si mette in evidenza la continuità rispetto all’infrastruttura System X di IBM e alla famiglia Lenovo ThinkServer, con cui le nuove proposte lavorano in trasparenza.
Con ThinkAgile si mette invece in evidenza come sia possibile sfruttare la semplicità di gestione e l’agilità dei servizi cloud pur conservando il controllo possibile solo con i sistemi on-premise. Si tratta di un portafoglio di soluzioni software defined basate su piattaforma ThinkSystem, che riducono però complessità, costi e barriera di entrata.  

Un esempio della scalabilità della proposta ThinkSystem è data dal sistema SD530 per l’High Performance Computing e il supporto di flussi di lavoro richiesti dalle applicazioni più impegnative per le applicazioni che lavorano con gli analytics, e l’intelligenza artificiale.

Lenovo ThinkSystem SD530
Lenovo ThinkSystem SD530

Al supercomputer BSC “MareNostrum 4” basato su questa tecnologia sono assegnati compiti relativi alla ricerca scientifica e ingegneristica, comprende 48 rack con oltre 3.400 nodi con processori Intel Xeon di nuova generazione e una memoria centrale di 390 Terabyte. La sua potenza di picco sarà di oltre 11 PetaFLOPS.

ThinkAgile SX per Microsoft Azure Stack
ThinkAgile SX per Microsoft Azure Stack

Le soluzioni integrate della gamma Lenovo ThinkAgile mettono a disposizione velocità, semplicità di gestione e l’agilità dei servizi cloud pur conservando gli apprezzati aspetti di controllo e governance propri dell’IT on-premise. Si tratta di soluzioni pre-integrate, pre-assemblate e pre-collaudate che permettono di introdurre nei DC soluzioni con un costo di gestione del tutto programmato e automatizzato. Ci si muove quindi nel mercato iperconvergente con le soluzioni in rack ThinkAgile SX che integrano networking, e in cloud con ThinkAgile SX per Azure Stack. 

Il nuovo portafoglio delle soluzioni Lenovo sarà disponibile da questa estate 2017.