CloudPaas

SAP Cloud Platform: HANA diventa più PaaS

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

La SAP Cloud Platform è la rivisitazione della HANA Cloud Platform, ripensata in logica più trasversale e con diverse novità

Da una piattaforma essenzialmente database a una più genericamente PaaS (Platform-as-a-Service) pronta a supportare attività che spaziano dallo sviluppo applicativo ai progetti Big Data, dal machine learning alle implementazioni Internet of Things (IoT). È il “salto” che la ex HANA Cloud Platform ha fatto trasformandosi nella nuova SAP Cloud Platform, presentata al Mobile World Congress di Barcellona.

SAP stessa spiega che si tratta di un rebranding, sì, ma motivato dal fatto che la piattaforma PaaS è stata usata dagli utenti in ambiti molto diversi fra loro, probabilmente anche più trasversali di quanto non prevedesse la stessa software house. Proprio per rappresentare questa estensione – e anche la progressiva crescita della piattaforma – è stata scelta la denominazione di SAP Cloud Platform.

Architettura SAP Hana Cloud Platform
Architettura SAP Hana Cloud Platform

La SAP Cloud Platform viene anche considerata – ha spiegato Bernd Leukert, ‎dell’Executive Board di SAP SE, Products & Innovation – come una base adeguata per un approccio da IT “bimodale”. Da un lato è una piattaforma PaaS solida che permette di digitalizzare l’esistente attraverso microservizi e interfacce applicative, dall’altro è intrinsecamente aperta a servizi innovativi come ad esempio quelli collegati a IoT e machine learning. Con il vantaggio importante di basare tutto su una singola gestione dei dati (o dei Big Data), senza quindi i rischi collegati alla replica e distribuzione delle informazioni.

Per essere una piattaforma PaaS davvero trasversale la SAP Cloud Platform deve progressivamente ampliare il suo raggio d’azione e infatti a Barcellona sono stati presentati diversi nuovi componenti. Agli sviluppatori interesseranno in particolare il Cloud Platform SDK per iOS, da usare nello sviluppo in Swift di app mobili collegate al cloud di SAP, e l’API Business Hub, un “catalogo” di interfacce verso le applicazioni SAP.

SAP Hana
SAP Hana

Altre tre novità sono di particolare rilievo: Cloud Platform Workflow, che è un servizio dedicato ai business analyst per la creazione di flussi di lavoro collegati ai processi aziendali; una implementazione in cloud di Hadoop attraverso i SAP Cloud Platform Big Data Services (ex Altiscale), per le applicazioni Big Data; la versione ancora beta di SAP Cloud Platform IoT, un servizio capace di gestire i dispositivi e i servizi IoT per collegarli a funzioni di streaming analytics.

Partecipate alla nostra inchiesta: Sicurezza IT, come difendersi?


… per rispondere alle altre tre domande, clicca qui…