CloudSaas

Nuove funzioni per la Oracle Retail Suite

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Google + Linkedin Subscribe to our newsletter Write a comment

Con la versione 16 l’offerta in cloud di Oracle Retail si amplia e potenzia le funzioni omnichannel

Tra pochi giorni si aprono i battenti del NRF 2017, il principale evento della National Retail Federation, e Oracle ha provveduto a lanciare per tempo la nuova versione della sua suite Oracle Retail. Si tratta della versione 16, a un anno di distanza circa dalla precedente, che contiene diversi miglioramenti per le funzioni considerate “calde” in questa fase del mercato.

Uno dei temi più caldi è la multicanalità e Oracle Retail Release 16 intende fare meglio da ponte tra le vendite online e quelle nei punti vendita fisici. A questo scopo è stato sviluppato il nuovo modulo Oracle Retail Extension Module, o RXM. Si tratta in sintesi di una estensione di Oracle Commerce che porta ai terminali POS di Oracle le informazioni gestite dai sistemi di ecommerce del retailer, in modo che chi opera in un negozio fisico possa interagire con un cliente conoscendo cosa ha ordinato, cosa preferisce, quali prodotti sono giudicati in quel momento più interessanti, quali sono valutati più positivamente e così via.

Questa condivisione di informazioni permette inoltre di abilitare nuovi servizi come il ritiro in-store di prodotti ordinati online, la modifica degli ordini online o il controllo in tempo reale del loro stato direttamente in un negozio.

retailNon poteva ovviamente mancare l’attenzione alla migrazione al cloud e Oracle Retail Release 16, secondo la software house, è stata studiata in maniera specifica per consentire una transizione graduale al cloud per le aziende di qualsiasi dimensione. L’idea è che le imprese inizino ad avvicinarsi al cloud usando funzioni specifiche che non hanno on-premise, per poi passare man mano altri processi di business nella nuvola.

Per questo con la nuova versione di Oracle Retail debuttano in cloud le funzioni di retail planning, prima disponibili solo on-premise. Con questa aggiunta, sottolinea Oracle, ora sono disponibili in cloud ben 33 servizi dedicati al mondo retail.

Diversi miglioramenti sono stati apportati anche alla parte legata al merchandising. In particolare è stato introdotto un approccio basato su dashboard collegate a specifici ruoli aziendali, in modo da presentare immediatamente ai singoli utenti le informazioni per loro più rilevanti, comprese le metriche legate alle performance di produttività.

Da segnalare in quest’ambito anche un maggiore supporto alla mobility grazie al potenziamento delle funzioni di gestione disponibili attraverso device mobili Android e iOS.