CloudIaasPaasSaas

La nuvola pubblica di Helion scompare il prossimo gennaio

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

HP pone fine alla sua avventura nel cloud pubblico per impegnarsi maggiormente nelle soluzioni Helion di cloud privato e ibrido

HP continua nel suo percorso di “alleggerimento” dalle attività che non considera più strategiche e dopo la sicurezza di rete è il momento dell’offerta di servizi cloud pubblici, ossia di HP Helion Public Cloud. Bill Hilf, Senior Vice President e General Manager di HP Cloud, ha comunicato che il lato pubblico di Helion chiuderà i battenti il prossimo 31 gennaio 2016.

L’annuncio non è esattamente un fulmine a ciel sereno. HP ha continuato a sviluppare con continuità Helion Public Cloud ma il confronto con altri grandi nomi del settore non è incoraggiante, specie per un’azienda che sta attraversando una fase di forte cambiamento. Inoltre, spiega Hilf, “I clienti ci dicono che vogliono la possibilità di unire più ambienti cloud in un modello hybrid cloud flessibile e di classe enterprise“. Da qui la decisione di abbandonare il proprio cloud pubblico in favore di quello che viene definito come un “modello strategico a più partner“.

hp-helionChi possono essere questi partner? Hilf indica implicitamente i principali quando spiega i possibili percorsi di migrazione per chi sta utilizzando Helion Public Cloud e vuole continuare a usare cloud pubblici: l’integrazione con Amazon Web Services è possibile grazie a HP Helion Eucalyptus, il supporto a Office 365 e Azure è garantito da una collaborazione tra HP e Microsoft. Per chi usa servizi PaaS la strada è adottare Cloud Foundry in un proprio cloud o in un ambiente pubblico proprio come AWS o Azure.

Tolto il cloud pubblico, HP incrementerà la propria focalizzazione sulle sue piattaforme per il cloud ibrido, quindi HP Helion OpenStack e HP Helion CloudSystem. I servizi non scompariranno, secondo Hilf: “Focalizzeremo le nostre risorse sulle offerte di Managed e Virtual Private Cloud. Queste continueranno a espandersi e su questi fronti avremo alcuni annunci molto interessanti nelle prossime settimane“.