CloudSaas

Dropbox Business lancia lo storage “illimitato” di Smart Sync

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Smart Sync, Paper e un nuovo design sono le prime novità Dropbox Business del 2017

Dropbox ha presentato alcune nuove funzioni che ampliano il servizio di cloud storage (nella versione Dropbox Business) e mirano a renderlo più efficace soprattutto per la condivisione di informazioni all’interno dei team di lavoro, in ambito aziendale. Due di queste nuove funzioni – Project Infinite e Dropbox Paper – in realtà non sono del tutto nuove ma escono dalla loro fase di beta test e vengono per così dire “ufficializzate” per tutti gli utenti.

Come per altre innovazioni di Dropbox destinate alle aziende, anche in questo caso si pone l’accento sulla maggiore semplicità che si vuole offrire, legata anche alla constatazione che – spiega Dropbox – il 61 percento del tempo dedicato al lavoro in azienda serve a gestire i propri compiti invece che a svolgerli.

Smart Sync e Dropbox Paper

Dal punto di vista funzionale la novità di maggior rilievo per Dropbox Business è Smart Sync. Questo è ora il nome ufficiale di Project Infinite, la funzione che permette di avere sempre a disposizione in locale tutti i file memorizzati in uno spazio cloud. I file ovviamente non vengono scaricati tutti in locale ma solo presentati come puntatori ai documenti effettivi.

I documenti di Dropbox Business visibili in Windows via Smart Sync
I documenti di Dropbox Business visibili in Windows via Smart Sync

All’atto pratico si comportano come normali file negli ambienti Windows e Mac e basta fare doppio clic per aprirli, operazione che in realtà richiede prima il loro scaricamento in locale. Al momento la funzione è disponibile solo per Dropbox Business, solo in futuro dovrebbe essere estesa anche agli utenti consumer.

Debutto ufficiale anche per Paper, che appare come un ambiente-documento multimediale in cui collaborare – alla Google Docs – ma che Dropbox descrive come “uno spazio di lavoro flessibile”. Paper è stato in versione beta per diversi mesi e ora è una funzione attiva per gli utenti di Dropbox Business. Oltre alle funzioni aggiunte in questi mesi, come un “presentation mode” che trasforma il documento in una sequenza di slide e l’integrazione con Google Calendar, Paper al lancio acquista anche altre novità.

Dropbox Paper
Dropbox Paper

Tra queste si segnalano la localizzazione in 21 lingue per l’interfaccia web (in futuro anche per quella mobile), la gestione delle scadenze dei progetti e l’accesso anche offline ai documenti dalle app mobili iOS e Android.

La terza novità evidente di Dropbox Business è un ridisegno dell’interfaccia che permette di essere più focalizzati sul proprio lavoro avendo allo stesso tempo facilità di accesso alle informazioni più rilevanti nello specifico contesto. L’interfaccia offre ad esempio un feed unificato con tutti gli aggiornamenti ai documenti condivisi e dà anche modo di verificare velocemente chi ha consultato o modificato un nostro documento condiviso.

Partecipa alla nostra inchiesta: La tua azienda adotta soluzioni cloud?

… per rispondere alle altre tre domande, clicca qui…

WHITE PAPER: Sei interessato ad approfondire l’argomento? Scarica il whitepaper “Sbloccare il vero potenziale del Cloud e delle infrastrutture IT ibride