CloudSaas

Datacenter tedeschi per le aziende europee che vogliono Azure

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Microsoft lancia i servizi di Azure erogati dalla Germania, per le aziende europee più sensibili alla gestione “privata” dei dati

Le aziende europee chiedono maggiore tutela nella gestione dei loro dati, anche in cloud, e la risposta di Microsoft è l’erogazione dei servizi di Azure direttamente dalla Germania, da due datacenter localizzati nel Magdeburgo e a Francoforte. L’attivazione dei servizi riguarda in primo luogo i clienti tedeschi ma è estesa a tutta l’Unione Europea e alla European Free Trade Association (EFTA).

Si tratta di una opzione in più, spiega Microsoft. I clienti europei che non hanno particolari necessità nella gestione dei dati possono continuare a usare genericamente Azure indipendentemente da dove vengono erogati i suoi servizi, la scelta di “localizzarli” in Germania deve essere esplicita. I servizi di Azure erogati dai datacenter tedeschi seguono le norme locali per la gestione dei dati e sono “garantiti” dal controllo di T-Systems.

Lo schema di funzionamento di Azure ExpressRoute
Lo schema di funzionamento di Azure ExpressRoute

I dati che le aziende utenti decidono di collocare nei datacenter tedeschi saranno sempre conservati in Germania: quando sono in uso, quando sono archiviati e quando sono in transito tra datacenter. Le funzioni di business continuity sono realizzate attraverso una replica dei dati tra i due centri nel Magdeburgo e a Francoforte.

Chi opta per la localizzazione in Germania può ovviamente usare solo i servizi di Azure che sono erogati dai centri tedeschi. Si tratta in particolare di ambienti SAP HANA, della Azure IoT Suite per le applicazioni Internet of Things, di stack open source per i servizi PaaS e dello stack .NET per lo sviluppo in ambito più strettamente Microsoft. In più ci sono Office 365, Dynamics CRM Online e il servizio Azure ExpressRoute, che permette di avere collegamenti privati al cloud tedesco grazie a collaborazioni con Colt, e-Shelter, Equinix, Interxion e ancora T-Systems.