CloudComponentiWorkspace

Intel lancia gli Xeon E3-1200 v6, i primi in architettura Kaby Lake

Giornalista e collaboratore di TechWeekEurope, si occupa professionalmente di IT e nuove tecnologie da oltre vent'anni e ha collaborato con le principali testate italiane di settore

Follow on: Linkedin

Indirizzati a server d’ingresso e workstation, i processori Xeon E3-1200 v6 affrontano la concorrenza aggressiva di AMD

Man mano e senza troppa fretta, le novità della settima generazione di processori Intel – Kaby Lake – si estendono dal mondo consumer a quello professionale. L’azienda ha infatti appena presentato i nuovi processori Xeon E3-1200 v6: sono i primi in tecnologia Kaby Lake e sono destinati a essere integrati nei server di fascia bassa e nelle workstation. E anche ad affrontare un concorrenza decisamente più aggressiva che in passato, in un segmento di mercato “entry” comunque importante.

Intel ha presentato in totale otto processori Xeon E3-1200 v6, tutti a quattro core. La gamma è quindi ampia e comprende modelli con e senza multithreading (la maggior parte con, ovviamente), con e senza grafica integrata Intel HD P630. La frequenza operativa di base spazia dai 3 ai 3,9 GHz con picchi in Turbo Boost da 3,5 a 4,2 GHz. Intel sottolinea poi in particolare come i nuovi processori supportino direttamente funzioni professionali specifiche, come la gestione delle chiavi di cifratura per la protezione delle comunicazioni o l’autenticazione a più fattori.

xeon-e3-1200v6-3Intel presenta i nuovi Xeon E3-1200 v6 come processori “evolutivi”, nel senso che li mette direttamente a confronto con le vecchie versioni v2 che, spiega, “sono ampiamente usate dalle piccole aziende nelle workstation entry level”. Le nuove CPU dovrebbero quindi essere una ragione per aggiornare i propri sistemi, considerando anche che i prezzi base sono abbastanza contenuti (si va da 193 a 612 dollari).

In realtà anche chi usa i processori immediatamente precedenti – gli E3 v5 – potrebbe passare agli Xeon E3-1200 v6 senza incontrare grossi problemi. Intel non ha introdotto contestualmente nuovi chipset e quindi chi già usa server e workstation con i chipset C232 e C236 ha semplicemente bisogno di un aggiornamento del BIOS per supportare le nuove CPU, se il produttore dell’hardware lo prevederà.

Certo gli Xeon E3-1200 v6 si trovano ad affrontare una concorrenza prima assente nella loro fascia di mercato. AMD può contrastarli con i processori Ryzen 7, che hanno più core, e anche con qualche versione dei Ryzen 5. Dipende sempre da quali workload si gestiscono, dato che si presume che i processori Intel siano ancora i più performanti per i carichi che usano un solo core.