Cloud

Il mercato dei servizi Iaas su cloud pubblico cresce a doppia cifra

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l’evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Amazon resta leader di mercato in ambito Iaas, con i competitor diretti ancora lontani. Più di tutti però cresce Alibaba che ha già annunciato l’apertura dei suoi data center anche in Europa

Sono disponibili i dati definitivi Gartner relativi al mercato dei servizi Iaas su cloud pubblico relativi al 2016. Anno su anno, quindi rispetto al 2015 si è registrata una crescita del 31 percento per un valore complessivo di 22,1 miliardi di dollari, rispetto ai ricavi del 2015 di 16,8 miliardi di dollari. Non ci sono sorprese al vertice. E’ Amazon il leader di mercato, seguito da Microsoft, ma al terzo posto ora c’è il gigante cinese Alibaba, davanti a Google

Se ci si limita ad analizzare il mercato dei servizi cloud non c’è comparto IT che è cresciuto di più, e l’offerta Iaas ha potuto crescere proprio a scapito dell’offerta non cloud, non solo, ha rappresentato un driver di crescita anche per gli altri mercati cloud correlati. Infatti, anche in ambito Paas e Saas si registrano importanti crescite, mentre la performance in ambito Iaas, secondo Gartner, sarà senza dubbio confermata anche nei prossimi cinque anni.

Per il 2017 in effetti è già così, le ambizioni di Oracle (vi abbiamo accennato giusto ieri su Silicon), ma non solo di Oracle, confermano un andamento solido, mentre sembrano passare in secondo piano le perplessità di alcuni vendor che spingono per la crescita della proposta ibrida che crescerà ancora, ma non allo stesso ritmo. 

Gartner - I dati del mercato Iaas Cloud per il 2016
Gartner – I dati del mercato Iaas Cloud per il 2016 (fare clic sull’immagine per renderla più leggibile)

Secondo Gartner, Amazon sfrutta bene le proprie potenzialità con un’offerta a tutto tondo per le startup, come per le PMI e per le grandi aziende, quest’ultima forse la fetta di mercato dove più c’è spazio al momento per un’offerta da parte dei competitor ancora più sartoriale.

Rispetto ad Amazon, che nel 2016 ha marcato una quota di market share del 44,2 percento, i più diretti competitor sono ancora decisamente lontani: Microsoft con il 7,1 percento, Alibaba al 3 percento, Google dietro ad Alibaba con il 2,3 percento, ma tutti crescono però più velocemente di Amazon, con la performance di Alibaba del 126 percento rispetto al 2015 e di Google che ha raddoppiato i propri ricavi rispetto al 2015.

Il logo di Alibaba CLoud, ora presente in Europa con il suo data center
Il logo di Alibaba CLoud, ora presente in Europa con il suo data center

Microsoft nel 2016 si è distinta per lo sviluppo di Azure, e per le azioni di marketing, Alibaba indubbiamente ha sfruttato la propria posizione dominante in Cina, ma ha anche annunciato e aperto quattro nuovi data center in Europa, Australia, Giappone e Medio Oriente.

Potenziale di crescita enorme per il colosso cinese, considerato che al momento cuba appena il 4 percento con l’offerta cloud sul totale del proprio business.