CloudDatacenter

IBM LinuxONE Emperor II, mainframe sicuro per container e blockchain

IBM LinuxONE Emperor II è il server Linux open enterprise che si distingue per la scalabilità e soprattutto la sicurezza in ambito container senza bisogno di creare dipendenze proprietarie nel codice

E’ tutta e solo Linux la proposta di nuova generazione nell’ambito della famiglia dei sistemi enterprise. Così Big Blue ha presentato ieri IBM LinuxONE Emperor II. Tra le principali funzioni di LinuxONE (tecnologia presentata per la prima volta nel 2015) IBM Secure Service Container implementa nuove funzionalità al servizio di privacy e sicurezza.

Lo scenario vede costantemente esposti i dati dei clienti sia agli hacker, sia ai furti di informazioni per esempio quando è necessario consentire privilegi di accesso elevati, al punto  che solo il 4 percento degli oltre nove miliardi di registrazioni violate lo scorso anno erano crittografate.

IBM Secure Service Container agisce proprio in questo ambito, e inoltre permette di sfruttare tutte le funzionalità di sicurezza avanzate senza bisogno che gli sviluppatori debbano creare dipendenze proprietarie nel proprio codice. Con le chiavi crittografate e ogni workload isolato come richiesto dalla certificazione EAL5+ la proposta si colloca ai livelli massimi di sicurezza possibili in ambito server. 

LinuxONE Emperor II
LinuxONE Emperor II

LinuxONE inoltre è alla base dell’offerta Blockchain del vendor, e con esso è possibile sfruttare tutte le nuove tecnologie disponibili in questo ambito come per esempio quelle legate al progetto Hyperledger della Linux Foundation, e non mancano i casi di utilizzo, per esempio con implementazioni in realtà come The Plastic Bank (per interrompere il flusso dei residui delle plastiche verso gli oceani, dirottandoli verso le imprese per il riutilizzo).

L’annuncio relativo a LinuxONE Emperor II evidenzia la proposta di una piattaforma avanzata, con microprocessore top ma soprattutto un’architettura in grado di supportare fino a 640 core dedicati all’elaborazione I/O.

L’architettura può supportare un’istanza MongoDB Enterprise di 17 TB su un unico sistema, quindi senza alcuna necessità di frammentazione, con latenza fino a 10 volte migliore rispetto a un sistema x86, può fornire funzionalità continua e integrata di garbage collection, con prestazioni migliorative fino a 2.6 volte rispetto alla piattaforma x86 e in ambito container con LinuxONE Emperor II si dispone di un’infrastruttura certificata Docker EE scalabile per sostenere il carico di lavoro di fino a due milioni di container. A livello prestazionale LinuxONE Emperor II marca prestazioni Java fino al 50 percento superiori.