CloudSaasSoftware

DevOps e Cloud, i i benefici di un approccio combinato

Direttore responsabile di Silicon, ITespresso, ChannelBiz e Ubergizmo dalla nascita, ama analizzare le dinamiche del mercato IT e le strategie dei vendor. Scrive da più di vent'anni di tecnologie, acquisizioni, hardware e software. Modera convegni e seminari. In passato ha diretto Techweekeurope, Gizmodo, Vnunet, PC Magazine e PC Dealer, iniziando il percorso professionale a Computerworld Italia dopo la laurea.

Secondo uno studio di Freeform Dynamics, commissionato da CA Technologies, le aziende europee che combinano strumenti cloud con metodologia DevOps aumentano del 129% le performance complessive della delivery del software. La sicurezza intrinseca porta a spingere un approccio DevSecOps

Cloud e DevOps si incontrano in uno nuovo studio commissionato da CA Technologies, che  mette sotto la lente i benefici che derivano dall’utilizzo combinato di questi due approcci. Autore del report è Freeform Dynamics che ha condotto un’indagine a inizio del 2017 su un campione di circa 1000 responsabili IT a livello mondiale, con un interessante spaccato a livello europeo.

Se si guarda i dati del vecchio continente le aziende che applicano la metodologia DevOps con l’ausilio di strumenti cloud-based hanno vantaggi in termini di costi, qualità ed efficienza nella delivery del software.
In particolare Freeform Dynamics evidenzia  un miglioramento significativo delle performance complessive di delivery del software (+129%) rispetto a chi  usa solo metodi DevOps (81%) o solo il cloud (67%), non combinandoli tra loro.

 Ayman Sayed, President e Chief Product Officer di CA Technologies
Ayman Sayed, President e Chief Product Officer di CA Technologies

A questo dato si aggiungono un incremento della capacità di previsione delle performance del software (+99%), un miglioramento della qualità del software (+109%),  un miglioramento della customer experience (+108%) rispetto ai modelli tradizionali di erogazione del software, un controllo maggiore  dei costi relativi ai tool e ai servizi utilizzati dai team DevOps (3 volte superiore).
 
 “Operando in tutto il mondo con clienti di ogni dimensione, assistiamo a ciò che le aziende stanno facendo per trasferire i carichi di lavoro verso i cloud pubblici con l’obiettivo di ottenere la massima flessibilità, agilità ed efficienza nei costi – ha dichiarato Ayman Sayed, President e Chief Product Officer di CA Technologies. -.  Il nostro compito è fare in modo che possano scegliere dove e come eseguire i propri carichi di lavoro,  con tecnologie e servizi necessari a supportare un approccio ibrido allo sviluppo interno; i dati della ricerca oggi dimostrano i vantaggi e il valore che questo nostro approccio offre”.

Le nuove tecnologie supportano i microservizi e le architetture basate sui container, promuovono l’innovazione grazie a tecnologie come il machine learning e funzioni analitiche avanzate. Ma anche un approccio DevSecOps,  che integra la sicurezza in tutto il ciclo di vita del software, rendendo in questo modo le aziende in grado di ridurre i rischi associati agli attacchi al livello applicativo.