CloudDatacenter

Lenovo punta decisa sul mercato datacenter

Giornalista e collaboratore di TechWeekEurope, si occupa professionalmente di IT e nuove tecnologie da oltre vent'anni e ha collaborato con le principali testate italiane di settore

Follow on: Linkedin

Novità Lenovo in campo server, storage e networking per conquistare una fetta del mercato datacenter, valutato in 87 miliardi di dollari

Il mondo dei datacenter e in particolare degli hyperscaler è uno dei pochi che possa dare spinta sia al business dei fornitori sia alle novità tecnologiche, motivo per cui è un mercato a cui puntano tutti quelli che hanno la “massa critica” per soddisfare le sue esigenze. Ora Lenovo ha deciso di puntare nettamente su questo mercato datacenter presentando al TechWorld di San Francisco una gamma di novità nei tre settori che lo contraddistinguono: server, storage, networking. In ballo, secondo la società, ci sono gli 87 miliardi di dollari che questo mercato rappresenta.

Articolate le novità in campo storage. Per il mercato datacenter Lenovo punta prevedibilmente sull’approccio software-defined attraverso un programma di alleanze (si chiama StorSelect) con le software house che hanno sviluppato piattaforme di Software-Defined Storage, replicando in questo campo quanto aveva già fatto con Nutanix nel settore dei sistemi convergenti. L’idea è quella di creare appliance con hardware Lenovo e varie piattaforme mirate di SDS.

Le aziende coinvolte in prima battuta sono Nexenta e Cloudian, i cui software sono al cuore delle nuove appliance Lenovo Storage DX8200N e DX8200C, rispettivamente. DX8200N è un’appliance per l’archiviazione a file e a blocchi mentre DX8200C è destinata agli ambienti di object storage.

La soluzione Lenovo-Nexenta: due server e sino a otto unità di storage E1012 o E1024
La soluzione Lenovo-Nexenta: due server e sino a otto unità di storage E1012 o E1024

Sempre in campo storage Lenovo ha fatto debuttare la linea V-Series di storage midrange. Al momento comprende i modelli V3700 V2 e V5030: sono soluzioni ibride e all-flash.

Lato server la novità principale è l’aggiornamento dei modelli x3850 X6 e x3950 X6 in modo da integrare i nuovi processori Intel Xeon E7 v4 presentati in questi giorni. Le nuove CPU e altre migliorie permettono secondo Lenovo prestazioni sino al 39 percento migliori rispetto alla generazione precedente. I nuovi modelli sono inoltre concepiti con un design modulare che consente di aggiornarli e manutenerli velocemente e con semplicità.

Sempre nel mondo dell’elaborazione, ma in ottica hyperconverged, l’alleanza con Nutanix prosegue e porta alcuni nuovi modelli di appliance HX. L’offerta ora comprende le versioni HX1000 per le applicazioni di base, HX2000 per le piccole-medie imprese, HX3000 basate su server più recenti di Lenovo, HX5000 mirate nello specifico agli ambienti di virtualizzazione.

Il nuovo server Lenovo x3850 X6
Il nuovo server Lenovo x3850 X6

Le novità di networking per il mercato datacenter si muovono in due direzioni principali. Lato software-defined “avanzato” si segnala il lancio di un proprio sistema operativo per le reti denominato Lenovo Cloud NOS, mentre per le soluzioni più collaudate prosegue la partnership con Juniper Networks, sulla quale sono stati dati maggiori dettagli. L’accordo di rivendita per ora riguarda gli switch Ethernet EX2300 ed EX4550 e quello di aggregazione QFX10002-72Q, inoltre le due aziende hanno presentato una reference architecture per la virtualizzazione del networking nei datacenter.