CloudDatacenter

Equinix, la piattaforma di interconnessione è davvero “globale”

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Equinix si muove per interconnettere completamente la propria piattaforma globale, e permettere alle aziende accesso on-demand da qualsiasi location per collegarsi direttamente o virtualmente a clienti, venditori e partner

Equinix si indirizza a garantire la connessione fisica diretta e virtuale dei propri data center IBX (International Business Exchange) in tutto il mondo, come ulteriore fase dell’evoluzione della propria piattaforma globale che già garantisce la disponibilità di data center altamente interconnessi all’interno delle aree metropolitane.

In pratica ogni cliente potrà connettersi on demand a qualsiasi altro cliente, da qualsiasi location Equinix. Seguiranno nei prossimi mesi ulteriori iniziative di copertura e sviluppi su connettività e servizi per permettere ai clienti di scalare le proprie attività facendo affidamento non solo su data center dinamici, ma anche sulla relativa piattaforma di interconnessione. 

Secondo l’Indice di Interconnessione Globale, uno studio di mercato pubblicato di recente da Equinix, la capacità di scambio privato di dati tra le imprese supererà l’Internet pubblico, crescendo a un tasso di quasi il doppio e di quasi sei volte, in termini di volume del traffico IP globale, entro il 2020. 

Per fare fronte a questo tipo di bisogni, di recente Equinix ha rinominato Cloud Exchange in Equinix Cloud Exchange Fabric, sviluppando ulteriormente il sistema che garantisce connettività intermetropolitana, in grado di sfruttare le funzionalità della rete Software Defined integrate in Equinix Cloud Exchange Fabric.

E’ il cliente stesso a personalizzare da consolle la connettività desiderata con i suoi partner, i clienti e i fornitori, in modalità As A Service, a seconda delle necessità del momento, quindi rigorosamente secondo un modello Pay As You Go, tramite un portale o API.

Le funzionalità di ECX Fabric sono già disponibili in tutte le località che supportano Equinix Cloud Exchange, quindi Nord America, Emea (Amsterdam e Francoforte, ma anche Londra, Zurigo e Stoccolma per citare le località europee). Invece EXC Fabric arriverà ad inizio 2018 a Dusseldorf, Ginevra, Helsinki, Miami, Milano e Monaco, con ulteriori estensioni nelle americhe.  

Ecco i vantaggi concreti dell’integrazione inter-metropolitana della piattaforma Equinix, che globalmente comprende 190 Data center IBX e serve oltre 9500 aziende di rilievo a livello mondiale.

Equinix - I benefici di una piattaforma di interconnessione globale
Equinix – I benefici di una piattaforma di interconnessione globale

Le aziende che desiderano scalare rapidamente le proprie operazioni collegandosi privatamente in sicurezza potranno farlo con un numero sempre maggiore di partner e operatori tra cui per esempio i cloud service provider on-ramp all’interno di un’area metropolitana o attraverso altre aree metropolitane per la creazione di architetture geo-ridondanti di multi-cloud e cloud ibridi, oltre che punto a punto con altri clienti.

A loro volta i service provider e i fornitori di servizi cloud potranno estendere la propria portata a una base globale in rapida espansione di acquirenti enterprise tramite connessioni private che forniscono un’esperienza utente più solida.

E’ indubbio poi che la piattaforma di interconnessione consenta un accesso continuo, on-demand, diretto e privato a qualsiasi controparte, dai fornitori di servizi cloud ai partner commerciali strategici, alle reti ai provider SaaS, proprio perché non è necessario attraversare una rete pubblica o una WAN.