AcquisizioniCloudCloud managementEnterprise

Microsoft acquisisce Cloudyn, più facile gestire l’utilizzo del cloud

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Microsoft si muove a suon di acquisizioni in ambito sicurezza e cloud management. Ora è il turno di Cloudyn, già partner di Redmond. In questo mese Microsoft ha acquisito anche Hexadite

Con un intervento sul Blog Microsoft ufficiale, Jeremy Winter, Director of Program management, Azure Security and Operations, ha annunciato l’acquisizione da parte di Microsoft di Cloudyn, già partner di Redmond, con la sua offerta di strumenti per identificare, misurare e analizzare i consumi, per ottimizzare previsioni di spesa e quindi risparmiare con una proiezione più oculata e precisa sulle reali esigenze in azienda.

L’acquisizione era nell’aria se ne era già parlato ad aprile con una prima valutazione sui termini dell’accordo per una cifra probabilmente tra i 50 e i 70 milioni di dollari, la fonte era la pubblicazione israeliana Calcalist. Cloudyn potrebbe essere quasi considerata una startup, è nata nel 2011, ottenendo 20,5 milioni di dollari di investimenti da Carmel Ventures, Infosys, e anche la russa Titanium. I suoi competitor diretti possono essere individuati in realtà come RightScale, CloudCheckr e CloudHealth.

Cloudyn Dashboard
Cloudyn managementDashboard

Le potenzialità di Cloudyn sono legate anche al suo approccio agnostico nei confronti delle piattaforme cloud, l’ideale per il contesto di posizionamento e per la strategia di Microsoft, che infatti già a marzo aveva accettato Cloudyn come partner a supporto dei Microsoft Cloud Solution Providers, quelle realtà – quasi system integrators – tra Azure e le aziende che gestiscono e monitorano l’utilizzo della piattaforma. La stessa Infosys è allo stesso tempo investitore e cliente. 

Il contesto, infatti, evidenzia come l’utilizzo in crescita dei servizi cloud sempre di più pone sfide impegnative per quanto riguarda poi la gestione sull’utilizzo delle risorse. La maggior parte delle aziende, infatti, compie una scelta ibrida, senza rinunciare però ad almeno un servizio cloud erogato magari da provider eterogenei. Ecco che la dashboard di Cloudyn in questi casi permette di monitorare come e quanto sono utilizzati i diversi servizi, ma anche come ottimizzarli.  

Winter riporta il caso emblematico di un’azienda Fortune 500 che avrebbe ottenuto con la scelta di Cloudyn un ritorno negli investimenti di oltre il 280 percento, relativamente all’efficienza nel suo modello di adozione cloud, Microsoft con l’acquisizione introdurrà ora nel suo portafoglio di strumenti i tool di gestione, governance e sicurezza di Cloudyn. La sicurezza, appunto, un ambito in cui Microsoft si sta muovendo acquisizione dopo acquisizione: l’ultima è Hexadite.

WHITE PAPER: Sei interessato ad approfondire l’argomento?  Scarica il whitepaper: “Funzionalità principali per una Cloud Management Platform”