CloudPaas

Autodesk Forge: la progettazione va in cloud e si evolve verso l’IoT

Giornalista e collaboratore di TechWeekEurope, si occupa professionalmente di IT e nuove tecnologie da oltre vent'anni e ha collaborato con le principali testate italiane di settore

Follow on: Linkedin

Autodesk Forge è una nuova piattaforma PaaS per chi vuole sviluppare applicazioni e servizi legati alla progettazione, con collegamenti al mondo della stampa 3D e di IoT

Autodesk ha annunciato il lancio di Autodesk Forge, un’iniziativa articolata che punta a creare una community di sviluppatori e progettisti intorno a una nuova offerta di servizi PaaS (Platform-as-a-Service) in cloud che possono essere assemblati in applicazioni incentrate sui dati di progetto. Ma c’è anche un lato rivolto alla concretezza della realizzazione fisica degli oggetti e della loro gestione in logica IoT: lo stesso Amar Hanspal, senior vice president products di Autodesk, ha spiegato che uno degli obiettivi di Autodesk Forge è “trasformare le attuali tecnologie non connesse in un’esperienza altamente connessa e personalizzata”.

Come collezione di servizi PaaS Autodesk Forge copre le cinque fasi di progettazione, visualizzazione, collaborazione, produzione fisica e utilizzo degli oggetti. Le API e gli SDK disponibili permettono ad esempio di inserire nelle proprie applicazioni funzioni che gestiscono e modificano file di AutoCAD, creano rendering fotorealistici, dialogano con sistemi di BIM (Building Information Management), stampano oggetti 3D grazie alla piattaforma Spark, controllano oggetti in logica IoT attraverso l’ambiente SeeControl. Anche questo è stato (ri)lanciato in concomitanza con Forge – è un’acquisizione di qualche tempo fa – ed è un ambiente per il monitoraggio degli oggetti connessi.

Un esempio di applicazione web realizzata con i moduli di visualizzazione di Forge
Un esempio di applicazione web realizzata con i moduli di visualizzazione di Forge

Accanto ai servizi cloud veri e propri Autodesk Forge prevede un programma specifico per gli sviluppatori – il Forge Developer Program – che offrirà formazione, risorse e assistenza a chi deciderà di usare la nuova piattaforma Autodesk. La Forge Developer Conference inaugurale è prevista per il prossimo giugno.

Per stimolare la community è stato previsto anche un piano di investimenti che può arrivare sino a 100 milioni di dollari per i prossimi anni. La somma sarà investita nelle aziende emergenti che svilupperanno soluzioni e servizi per la Forge Platform o comunque a essa collegati. Oltre al supporto finanziario, Autodesk fornirà assistenza tecnica e commerciale alle startup che intenderà coinvolgere.

Infine, Autodesk ha anche predisposto il Forge Fast Track, un programma destinato ai partner che svilupperanno nuove applicazioni e nuovi servizi basati su Forge.