CloudOfficeSecurity managementServerSicurezzaSoftware

Acronis Files Connect, NAS e file server Windows trasparenti anche su Mac

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Acronis Files Connect consente le migliori esperienze di accesso e di ricerca quando gli utenti Mac si collegano a file server Windows per l’integrazione aziendale trasparente dei Mac su reti Win

Gli utenti Mac che accedono a file server Windows e ai NAS ottimizzati per il sistema operativo Microsoft e la rete Windows sanno per esperienza che molto probabilmente non avranno problemi nell’accesso ai contenuti ma anche che l’esperienza non sarà particolarmente fluida, anche solo quando si ricercano particolari stringhe in una base dati particolarmente ricca.

A loro ha pensato Acronis che propone Files Connect. Il suo ambito di azione sono le aree problematiche associate al collegamento di computer Mac con sistemi di condivisione di file Windows, DFS, NAS e stampanti di rete. Con Files Connect è possibile accedere in modo veloce e instantaneo a tutte le condivisioni, sfruttando le funzioni di ricerca con una velocità fino a cento volte più veloce rispetto a quanto può fare l’applicazione Finder di serie sui Mac.

Vengono ridotti i problemi di affidabilità e performance tipici di quando si collegano computer Mac a condivisioni file di WIndows e risorse DFS, tramite i protocolli AFP e ovviamente Samba. Files Connect approda a una nuova release che permette con tre semplici clic di individuare con maggiore velocità i file sulle reti Windows, accorciando il percorso imposto dal Finder Mac, più lungo.

Acronis Files Connect - Una schermata per l'accesso ai contenuti
Acronis Files Connect – Una schermata per l’accesso ai contenuti

Le prestazioni indicate dal vendor indicano un tempo di tre secondi per la ricerca su circa 250mila item in condivisione remota, mentre la normale prestazione su SMB sarebbe di circa 25 minuti. Files Connect permette anche la ricerca avanzata simultanea di condivisioni di file multipli ma non a scapito delle performance.

Ecco nel dettaglio i miglioramenti della nuova versione, in parte legati alle nuove opzioni di indicizzazione dei file lato server, con un’applicazione da installare sul Mac molto leggera che offrirà la visualizzazione da un unico pannello di tutti i siti di archiviazione remota.

Acronis Files Connect ha la capacità di specificare il protocollo AFP or SMB come richiesto per ogni condivisione di file, provvede al montaggio automatico delle condivisioni, permette la ricerca Spotlight sui contenuti completi condivisi (anche su volumi gestiti da soluzioni HSM), facilita la gestione delle stampanti in rete, provvede all’aggiornamento degli indici di ricerca granulari in tempo reale, e all’indicizzazione del contenuto di file di controllo, supporta i tag dei file Windows e Mac.